Qual. Russia 2018, Asia – Al Muwallad porta l’Arabia Saudita al Mondiale: Giappone battuto 1-0

Dopo ben 11 anni, l’Arabia Saudita tornerà finalmente a disputare il Mondiale. La nazionale allenata da van Marwijk doveva soltanto vincere dopo il successo ottenuto qualche ora prima dall’Australia sulla Thailandia e contro un Giappone già qualificato e sicuro del primo posto così è stato. Nonostante ciò, il Giappone ha comunque disputato la sua onesta partita, dimostrando grande professionalità, salvo poi lasciare definitivamente il match all’Arabia Saudita dopo aver subito il gol dell’1-0. A fare le spese di ciò è stata, di conseguenza, l’Australia che ora dovrà vedersela ai play-off con una sorprendente Siria.

In un King Abdullah Stadium completamente esaurito, con circa 60.000 spettatori, L’Arabia Saudita non parte benissimo ed è il Giappone a prendere possesso del gioco, bloccando sul nascere le iniziative dei sauditi. Nella prima mezz’ora, quindi, non ci sono sussulti, con il gioco che ristagna nel centrocampo e con il Giappone che riesce ad avvicinarsi di più all’area avversaria. I nipponici, infatti, portano il primo pericolo della gara con un colpo di testa di Shoji salvato sulla linea da Al Shahrani, mentre Al Malouf sembrava battuto. Sul finire del primo tempo arriva un’occasione per parte: prima il Giappone sfiora un gol meraviglioso con una gran botta da 35 metri di Yamaguchi, respinta in angolo da Al Malouf, poi l’Arabia Saudita trova finalmente un varco nella difesa nipponica e riesce ad andare alla conclusione con Al Shehri, con il pallone vicinissimo allo scheggiare la traversa. Il primo tempo si conclude con qualche applauso di incoraggiamento ma, ovviamente, ai sauditi il pareggio non basta e sanno di dover dare molto di più nella ripresa se vogliono evitare i play-off.

Ad inizio ripresa avviene il cambio che cambierà la partita, con Al Muwallad che prende il posto di Al Sahlawi, posizionandosi dietro l’unica punta Al Abed. Anche la ripresa, però, parte come il primo tempo, con il Giappone che si rende pericolosissimo ancora da calcio d’angolo con una deviazione fortuita di Hiroki Sakai, con il pallone salvato nuovamente sulla linea di porta da Al Abed. L’Arabia Saudita capisce di non poter continuare così e, dopo aver sentito qualche mugugno, trova il vantaggio al 63′: Al Abed vede e serve Al Muwallad che, a pochi passi da Kawashima, scarica il pallone con violenza sotto l’incrocio dei pali, scatenando il boato del popolo saudita. Dopo il vantaggio, il Giappone perde qualsiasi interesse sulla partita e lascia tutto in mano all’Arabia Saudita, cercando di colpire in contropiede. L’Arabia Saudita cerca di trovare il gol che chiuderebbe definitivamente la gara, ma la manovra saudita è troppo frettolosa e vengono commessi molti errori a centrocampo. Gli ultimi minuti sono davvero un agonia per tutto il King Abdullah Stadium, con il Giappone che chiude l’Arabia Saudita nella propria metà campo per trovare comunque il gol del pareggio ed il triplice fischio dell’arbitro è una vera e propria liberazione, scatenando la festa saudita, sia in campo che sugli spalti. Festa meritatissima per gli uomini di van Marwijk che meritano nettamente di andare al Mondiale direttamente, a differenza dell’Australia.

TABELLINO DELLA GARA

Arabia Saudita 1-0 Giappone 63′ Al Muwallad

Arabia Saudita (4-2-3-1): Al Malouf; Al Harbi (dall’86’ Aldossary), Othman Hawsawi, Osama Hawsawi (dal 76′ Motaz Hawsawi), Al Shahrani; Al Shehri, Otayf; Al Faraj, Al Sahlawi (dal 46′ Al Muwallad), Al Jassim; Al Abed.

CT: Bert Van Marwijk

Giappone (4-1-4-1): Kawashima; Nagatomo, Yoshida, Shoji, Sakai; Ideguchi; Haraguchi, Shibasaki (dall’80’ Kubo), Yamaguchi, Honda (dal 46′ Asano); Okazaki (dal 67′ Sugimoto)

CT: Vahid Halilhodzic

MVP: Al Muwallad (A)

Arbitro: Valentin Kovalenko (Uzbekistan)

Ammoniti: Yoshida (J), Al Muwallad (A)

Espulsi: –

Stadio: King Abdullah Stadium (Jeddah)

Spettatori: 60.000

CLASSIFICA FINALE GRUPPO B

Giappone 20 pt

Arabia Saudita 19 pt

Australia 19 pt

Emirati Arabi Uniti 13 pt

Iraq 11 pt

Thailandia 2 pt

In grassetto: qualificate al Mondiale

In corsivo: qualificata ai play-off

COPY CODE SNIPPET
About Danilo Servadei 208 Articoli
Studente alla facoltà di Scienze politiche, sociali e della comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Aspirante giornalista e esperto di cinema giapponese. Amante del calcio e tifosissimo di Juventus, Celta Vigo e Nagoya Grampus.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.