Champions League, il Manchester United non dipende più da sé stesso per passare il turno

amrabat maguire

Il Manchester United sta vivendo un momento difficile anche in Europa, trovare una luce alla fine del tunnel risulta complesso. I ‘red devils’ hanno visitato Copenaghen mercoledì con l’intenzione di fare un grande passo avanti nel tentativo di qualificarsi per gli ottavi di finale, ma invece hanno subito una dolorosa sconfitta (4-3), col gol della sconfitta incassato all’87’ e che li mette nella scomoda posizione di non dipendere più da sé stessi per la qualificazione.

Dopo quattro partite disputate, il Manchester United è ultimo nel gruppo A con soli tre punti su dodici possibili, una cifra più che insufficiente considerando gli avversari che lo accompagnano. Galatasaray e Copenaghen sono avanti con quattro punti all’attivo. Davvero incredibile che i danesi siano secondi a questo punto della stagione. A distanza siderale c’è il Bayern Monaco, che ha spazzato via completamente i suoi avversari e ha già garantito matematicamente il passaggio agli ottavi la scorsa notte contro la squadra turca.

Cosa serve a Erik ten Hag per passare agli ottavi?

Il punto chiave è che il Copenaghen non deve vincere le sue due partite rimanenti contro Bayern e Galatasaray. In questo caso, indipendentemente dai risultati ottenuti dalla squadra anglosassone, il Manchester United sarebbe fuori dalla Champions League.

Ipotizzando almeno una “non vittoria” dei danesi, il Manchester United si qualificherebbe vincendo le sue sfide in Turchia e in casa contro il Bayern.

Potrebbe anche permettersi una sconfitta o un pareggio in una partita, a condizione che nell’altro scontro conquisti i tre punti. Tuttavia, in tal caso, la squadra britannica avrebbe bisogno di una complicata serie di risultati.

Infatti, sarebbe necessario che Copenaghen e Galatasaray non ripetessero i loro risultati, ovvero che entrambe le squadre non vincessero una partita e pareggiassero o perdessero l’altra. Inoltre, occorrerebbe che nell’ultima giornata Galatasaray e Copenaghen finissero in pareggio. Una combinazione di risultati difficile da ottenere.

In definitiva, il Manchester United ha bisogno di:

  • Vincere entrambi gli incontri e sperare che il Copenaghen non faccia altrettanto.
  • Nel caso in cui vinca una e perda o pareggi l’altra partita, avrebbe bisogno di un miracolo sotto forma di una improbabile combinazione di risultati.
  • Nel caso in cui non vinca uno dei due, sarebbe fuori dalla competizione.
About Alfonso Alfano 1808 Articoli
Sono Alfonso Alfano, 32 anni, della provincia di Salerno ma da anni vivo in Spagna, a Madrid. Appassionato di sport (calcio, tennis, basket e motori in particolare), di tecnologia, divoratore di libri, adoro scrivere e cimentarmi in nuove avventure. Conto su svariate e importanti esperienze sul Web.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.