Supercoppa di Francia, settimo successo di fila del PSG: battuto in rimonta il Rennes (2-1)

di maria

Comincia con una vittoria in rimonta il nuovo ciclo del PSG, ancora con Tuchel in panchina ma con una rosa rinnovata (in attesa di capire come finirà la telenovela Neymar) e con Leonardo nuovamente d.s. I capitolini, a Shenzhen, in Cina, hanno portato a casa la settima Supercoppa di Francia consecutiva (nona in totale, superato il Lione), battendo 2-1 il Rennes, capace sul finire della scorsa stagione di compiere l’impresa e battere proprio il PSG in finale di coppa.

Tuchel si è affidato ad una sorta di 4-3-3, con Marquinhos (appena rientrato ma già titolare ed in gran forma) impiegato come play basso e Kehrer-Diallo coppia difensiva; Meunier e Bernat gli esterni, Herrera e Verratti mezzali, Sarabia a galleggiare tra la destra e il centro e Mbappé-Cavani a completare il tridente.

La partita si è messa male per i parigini: al 13′ Grenier apre su Bourigeaud, bravo a servire in mezzo Hunou che anticipa senza neppure troppa difficoltà i centrali avversari e infila Areola. Neymar è squalificato ma sorridente in tribuna.

Nonostante i ritmi bassi, le occasioni per gli uomini di Tuchel sono fioccate: il positivo Sarabia, lo spumeggiante Mbabbé, l’inconcludente (e nervoso) Cavani, Kehrer…Il Rennes ha resistito finché ha potuto ma si è arreso al 57′: Marquinhos inventa per Sarabia, bello il tocco di prima dello spagnolo ex Siviglia che mette in condizione Mbappé di siglare il pareggio a porta vuota.

Il fuoriclasse transalpino si è reso poi protagonista di un altro paio di spunti pregevoli, mancando però in fase realizzativa. Ci ha pensato il neo-entrato Di Maria (mediocre la prima in maglia PSG di Herrera) a risolvere il match: gran punizione del “Fideo”, identica a quella che infilò la porta di Benaglio lo scorso anno e che propiziò il 4-0 al Monaco. Fu doppietta lo scorso anno, anche nel 2016 l’argentino fu gran protagonista contro il Lione. Insomma, è lui l’uomo Supercoppa del PSG.

 

COPY CODE SNIPPET
About Alfonso Alfano 1746 Articoli
Sono Alfonso Alfano, 32 anni, della provincia di Salerno ma da anni vivo in Spagna, a Madrid. Appassionato di sport (calcio, tennis, basket e motori in particolare), di tecnologia, divoratore di libri, adoro scrivere e cimentarmi in nuove avventure. Conto su svariate e importanti esperienze sul Web.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.