Liga, Atletico travolgente; colpo in trasferta del Celta di Luis Enrique

LIGA. Oltre al Barcellona impegnato a Malaga (leggi qui la cronaca), la domenica di Liga prevedeva l’impegno di altre big del campionato. L’Atletico ospitava il Rayo, Siviglia impegnato a Valencia contro il Levante, Betis in casa contro il Celta Vigo. Ecco com’è andata

ATLETICO MADRID-RAYO VALLECANO 5-0 (18′ e 90′ Raul Garcia, 20′ Diego Costa, 34′ Arda Turan, 52′ Thiago)

Uno show di Arda Turan, che si conferma come uno dei protagonisti più in voga del momento, permette all’Atletico Madrid di demolire il Rayo Vallecano e di restare a punteggio pieno dopo due giornate. Al Calderon il turco manda in visibilio i propri tifosi con giocate di altissimo livello, trovando la giusta sponda in un sempre più decisivo Diego Costa e in Raul Garcia, autore di una doppietta. Vantaggio dei colchoneros al 18′ col colpo di testa del centrocampista sugli sviluppi di un angolo. Dopo due minuti Arda Turan offre a Diego Costa una palla d’oro che deve essere solo spinta in rete per il raddoppio. Prima dell’intervallo il brasiliano ex Valladolid ricambia il favore e lancia a rete Arda che supera Cobeno e infila il 3-0. Arda firma il secondo assist della giornata a Tiago, che sigla il 4-0 a inizio ripresa; all’appello manca solo Villa che colpisce una clamorosa traversa al 75′. Nel finale, Raul Garcia va ancora  a segno e chiude il conto. Furioso l’allenatore del Rayo, Paco Jemez: “Siamo la squadra peggiore della Liga; solo se ne saremo consapevoli potremo giocarcela con tutti. Mi sento umiliato, provo vergogna per questa prestazione”.

LEVANTE-SIVIGLIA 0-0

La partita più noiosa della giornata non poteva che finire 0-0. Levante e Siviglia almeno abbandonano quota 0, portando a casa un punticino che almeno può servire al morale. Gli uomini di Emery dovranno offrire tanto di più per mantenere le aspettative di inizio stagione: la posizione più arretrata di Rakitic è la mossa più discussa dell’ex tecnico del Valencia che sarà chiamato a risolvere un pericoloso equivoco tattico. Nel complesso, comunque, il Levante avrebbe potuto anche portare a casa la vittoria: grandi interventi di Beto, nel finale, su Sergio Pinto e David Navarro, a salvare gli andalusi dalla seconda sconfitta di fila. Tra i padroni di casa ancora in evidenza il giovane Ruben.

BETIS-CELTA VIGO 1-2: 67′ Charles, 74′ Nolito, 90′ Ruben Castro (B)

Seconda sconfitta di fila per il Betis di Pepe Mel: dopo l’onorevolissima caduta al Bernabeu, gli andalusi cadono al Villamarin contro il Celta Vigo, peggiore squadra in trasferta nella scorsa Liga ma che centra subito  i tre punti lontano dal Balaidos. Se il risultato dà torto agli andalusi, necessario sottolineare gli episodi che l’hanno determinato: le grandi parate del portiere avversario, Yoel, il gol dello 0-1 siglato in fuorigioco da Charles, l’errore di Sara (a sorpresa preferito ad Andersen, grazie alla bella prestazione in Europa League contro lo Jablonec) in occasione dello 0-2 firmato da Nolito, il palo di Chuli in pieno recupero dopo che Ruben Castro aveva riaperto la partita con un gol nel finale. In ogni modo, Luis Enrique prende e porta a casa: per una squadra miracolosamente salva lo scorso campionato, all’ultima giornata, quattro punti in due partite sono una botta di vita pazzesca.

 

COPY CODE SNIPPET
About Alfonso Alfano 1738 Articoli
Sono Alfonso Alfano, 32 anni, della provincia di Salerno ma da anni vivo in Spagna, a Madrid. Appassionato di sport (calcio, tennis, basket e motori in particolare), di tecnologia, divoratore di libri, adoro scrivere e cimentarmi in nuove avventure. Conto su svariate e importanti esperienze sul Web.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.