Ricaduta per Léo Baptistão, non tornerà prima di un mese

Leo Baptistao Villarreal

Altra tegola per Marcelino che continua ad avere problemi in attacco: Léo Baptistão, che si era infortunato lo scorso 21 ottobre, ha avuto una ricaduta muscolare e il suo reintegro in squadra è stato posticipato. Alla punta brasiliana era stato diagnosticato uno stiramento al retto femorale destro, e il suo recupero era previsto al termine della pausa per le nazionali di questo mese, ma una riacutizzazione del dolore lo ha bloccato nella sessione d’allenamento di lunedi. Esami approfonditi hanno confermato la ricaduta, rinviando di fatto la sua guarigione di un altro paio di settimane addizionali, se non di più. Un quadro non molto felice per il tecnico del Villarreal che dovrà fare a meno di Adrián López per i prossimi tre mesi, e che perciò dovrà terminare l’anno solare con i soli due attaccanti rimasti in rosa, Soldado e Bakambu.

Oltre alla rotazione di alcuni esterni già impiegati come seconde punte, cioè Nahuel Leiva e Denis Suárez, ma potrebbe spuntare anche Samu García, Marcelino potrebbe dare un’occhiata alla cantera. Ma dal Villarreal B sono promuovibili solo il fantasista Léo Suárez, che sta disputando una stagione esaltante, e l’attaccante uruguagio Franco Acosta. Il tecnico asturiano non potrà chiamare a sé nessuno degli altri due attaccanti, Fran Sol e Carlos Martínez, perché avendo superato i ventitre anni di età, non possono essere “spostati” liberamente tra prima e seconda squadra. In caso di necessità il loro salto in prima squadra dovrebbe essere definitivo, ovvero dovrebbero essere registrati nella rosa maggiore e ciò impedirebbe loro di tornare a disputare gare con la squadra B, eventualità che nella società non hanno mai preso in considerazione.

Ad oggi inoltre la dirigenza non avrebbe alcuna intenzione di operare sul mercato a gennaio, visti gli importanti investimenti realizzati in estate. Léo Baptistão dovrebbe tornare prima di Natale o nella peggiore delle ipotesi nel nuovo anno, mentre Adrián López per fine gennaio, perciò a meno di nuovi sviluppi o di clamorose cessioni difficilmente si farà qualcosa. Nel settore difensivo l’infortunio di Bailly non preoccupa e Musacchio, nonostante si alleni da molte settimane e nessuno all’interno del club – giocatore e allenatore inclusi – vogliono prendersi la briga di fissare una data per la sua prima convocazione, è plausibile supporre che dalla prossima settimana in poi ogni match futuro sarà quello buono per rivederlo in rosa.

About Mihai Vidroiu 589 Articoli
Mi chiamo Mihai Vidroiu, ma per tutti sono semplicemente Michele, sono cresciuto a Roma, sponda giallorossa. Ho inoltre una passione smodata per il Villarreal, di cui credo di poter definirmi il maggior esperto in Italia, e più in generale per il calcio, oltre ad altri mille interessi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.