Il Villarreal ha speso più di quanto incassato

Roberto Soldado Villarreal

Analizzare le cifre del calciomercato è da sempre un gioco molto divertente, ma quando si inizia a intraprenderlo bisogna sempre ricordarsi che rimane sempre e solo un gioco, per due semplici motivi. Il primo è che le cifre divulgate nel web sono solamente parziali – mancano molte voci importanti, nel nostro caso perfino quello degli ingaggi che sono parte integrante dell’investimento – e per di più anche approssimative. Il secondo è che nel mondo finanziario vigono dinamiche molto complesse che sfuggono alla logica della lista della spesa e che non si possono capire con una calcolatrice e una matita. Detto questo, e rimanendo nell’ottica del gioco, quando la stampa spagnola inizia a fare i conti ci dice che nel mercato appena concluso il Villarreal ha speso quello che ha incassato dalle cessioni, ma spulciando bene nelle casse della società le cose non sembrano stare proprio così. Prima di addentrarci nella lista della spesa, giocatore per giocatore, è meglio precisare ancora un paio di cose. Innanzitutto quando si fa questo giochino è assolutamente fuori luogo includere nel conteggio le operazioni di gennaio scorso, ma eventualmente solo quelle di gennaio 2016, per il semplice motivo che i bilanci societari partono dal primo luglio e chiudono i battenti il trenta giugno successivo. Mentre per quanto riguarda la cifra esatta di ogni trasferimento si è cercato di utilizzare il maggior grado di precisione e buon senso possibile in base a quanto sia possibile farlo mediante il web. Ad ogni modo per ogni operazione verrà spiegato di volta in volta il perché della scelta effettuata, preferendo dove possibile una scelta più plausibile possibile con i dati raccolti. Bene, ora possiamo iniziare a fare i conti in tasca a Roig Negueroles.

Iniziamo con i soldi incassati. Juan Carlos, Cani e Jonathan Pereira hanno rescisso il contratto, probabilmente il Villarreal avrà dato loro una buonuscita visto che tutti e tre avevano almeno altri due anni di contratto, ma avendo pochissimi dati sugli ingaggi possiamo considerare entrambe le risoluzioni irrilevanti. Dorado, Hernán Pérez, Chéryshev e Joel Campbell sono andati in scadenza di contratto, mentre Moi Gómez è stato ceduto con la formula del prestito gratuito. La prima cessione remunerativa è stato il doppio affare col Tigres per Uche e Aquino, il cui pacchetto completo è venuto a costare 6 milioni di dollari: ovvero 4,1 milioni Uche, circa 3,6 in euro, e 1,9 milioni di dollari Aquino, circa 1,7 in euro. Ma per quanto riguarda quest’ultimo è stato corrisposto il 20% al Cruz Azul, club di provenienza, ovvero circa 340-350mila euro. Possiamo comunque considerare 1,4 milioni di euro per fare cifra tonda. Sempre nel continente americano Giovani è stato piazzato a 7 milioni di euro ai Los Angeles Galaxy, in accordanza con tutte le fonti anche in questo caso.

Gerard Moreno ha lasciato la Plana Baixa direzione Espanyol per un milione e mezzo (più la metà sulla prossima cessione), mentre il giovane Aleix García negli ultimi giorni di mercato se n’è andato al Manchester City. In questo caso la cifra considerata è 3,4 milioni di euro, come riportato da Goal.com Spagna, e convince per tre ragioni. Innanzitutto perché la clausola rescissoria era di tre milioni, ragion per cui il Villarreal non avrebbe mai venduto il giocatore a una cifra inferiore, visto e considerato che ha fatto di tutto per trattenerlo fino all’ultimo giorno. In seconda istanza perché la famiglia del giocatore, molto legata al club anche perché il ragazzo frequenta la cantera da oltre dieci anni, ha fatto di tutto per evitare malumori nell’operazione. Il club inglese inoltre, accettando un trasferimento ordinario e non l’esecuzione della clausola rescissoria, ha risparmiato una parte di soldi in tasse pur pagando al Villarreal una cifra leggermente più alta, quantificata dalla stampa locale in una somma oscillante tra i tre e i quattro milioni di euro.

Infine la cessione di Vietto. Anche in questo caso l’Atlético Madrid ha tentato di evitare la soluzione della clausola di rescissione per risparmiare in tassazione, così ha offerto 22 milioni di euro invece dei 20 del contratto. Ma avendo il Villarreal comprato solo l’80% del cartellino, un quinto della somma, ovvero 4,4 milioni, è stato intascato dall’agente Jorge Horacio Cysterzpiler, mentre altri 3,3 dal Racing Avellaneda che si era riservato un 20% sulla plusvalenza. Perciò nelle casse amarillas sono entrati appena 16,3 milioni di euro puliti, ovvero 22 meno 7,7 (4,4+3,3). A conti fatti il Villarreal ha incassato un totale di 33,2 milioni di euro: cinque dal Tigres, sette per Giovani, 3,4 dal Manchester City, 16,3 per Vietto e uno e mezzo per Gerard Moreno.

In entrata sono arrivati a parametro zero Mariano Barbosa e Bonera, e in prestito gratuito Areola, Léo Baptistão e Adrián López. Víctor Ruiz è costato 2,7 milioni di euro più 300mila euro di bonus molto facili, che perciò calcoliamo integralmente. L’operazione col Málaga per Castillejo e Samu García dovrebbe essere costata tra i 14 e i 16 milioni di euro, nel dubbio prendiamo il valore massimo, lo stesso indicato da Transfermarkt ad esempio. Per quanto riguarda Denis Suárez, nonostante i principali mass media abbiano riportato un esborso da quattro milioni di euro, il giornalista locale Javi Mata ha assicurato che la società abbia speso 3,7 milioni per convincere il Siviglia ad annullare il contratto di prestito biennale col Barcellona (e inoltre le cifre di ri-acquisto da parte dei catalani sono 3,2 e 6,4 milioni di euro). Nel reparto d’attacco Bakambu è costato tra i sette e gli otto milioni di euro, perciò abbiamo calcolato 7,5.

Capitolo Soldado. Per questa operazione le voci sono molte e discordanti: Transfermarkt riporta sedici milioni di euro, la maggior parte dei media internazionali come Espn, L’Equipe o il Telegraph hanno parlato di dieci milioni di sterline (poco meno di quattordici in euro), mentre Reuters e le testate spagnole di dieci milioni di euro. Spesso capita che i trasferimenti in doppia valuta abbiano parecchie divergenze: oltre alle società che cercano di divulgare per vie secondarie somme che possano far loro migliore pubblicità (chi vende alza l’asticella, chi compra l’abbassa), in questo caso sorgono anche fraintendimenti per il cambio tra euro e sterlina. Sicuramente Soldado è costato dieci milioni, il problema è capire se si parli di sterline o euro. Considerando però che a favore della tesi dei dieci milioni di euro non ci sono solo giornalisti spagnoli, come Víctor Franch di Marca o Javi Mata di AS,  ma lo stesso Reuters o Andrew Gaffney, inviato in Spagna per conto di YahooSport UK. Proprio Gaffney ha parlato di 9,8 milioni di euro più 500mila euro di bonus molto semplici (leggasi 200mila sterline), come lo stesso Javi Mata è stato il primo a parlare di questi 9,8 milioni ma con 700mila euro di bonus. I dati non arrotondati sono da sempre un ottimo indizio per capire chi abbia informazioni di prima mano, e considerando che solo L’Equipe aveva avuto questa dritta dei 700mila euro di bonus (salvo essere l’unico portale a parlare di 13,7 milioni di euro di emolumenti “fissi”, guarda caso l’esatto cambio di dieci sterline in euro).

Considerando anche la grande entità delle spese estive del club e che mai il Villarreal aveva speso più di undici milioni di euro per un singolo giocatore in tutta la sua storia, rinforzata dal fatto che Soldado è un trentenne e non ha nulla del giocatore su cui solitamente ama investire il club (giovane o in attesa di esplodere) la cifra meno rotonda sembrerebbe la più adeguata. Per questo la somma di 10,5 milioni, quindi con bonus realizzati, sembra la più plausibile per l’operazione Soldado, e inoltre spiega anche i sedici milioni riportati da Transfermarkt. Dal punto di vista del Villarreal l’intera operazione dovrebbe esser venuta a costare sedici milioni, ovvero dieci per il cartellino del giocatore più sei di stipendio, infatti la punta ha firmato un triennale per una cifra che molto plausibilmente sfiora i due milioni di euro. Soldado infatti guadagnava circa 1,8 al Valencia, salvo poi andare a prendere quattro milioni l’anno a Londra, e visto che il tetto salariale del club castellonense era di un milione e mezzo, e che la società ha ammesso un grande sforzo economico per portare il giocatore nella Plana Baixa, i due milioni di stipendio sembrerebbero la somma più plausibile affinché tutto torni.

Ora facendo una rapida somma dei costi: tre per Ruiz, sedici per i due Samu del Málaga, 3,7 per Denis Suárez, sette e mezzo per Bakambu e dieci e mezzo per Soldado, il totale è 40,7 milioni di euro. Perciò a conti fatti il Villarreal ha investito sul mercato 7,5 milioni di euro (40,7-33,2). Ripetiamo che si tratta solo di un gioco e che sono solamente dati parziali e approssimativi, ma sono plausibilmente i più corretti tra i vari conti fatti su internet, ed è probabile che in questa sessione di mercato Roig Negueroles abbia investito più soldi di quelli incassati.

Bilancio economico Villarreal estate 2015

 

About Mihai Vidroiu 589 Articoli
Mi chiamo Mihai Vidroiu, ma per tutti sono semplicemente Michele, sono cresciuto a Roma, sponda giallorossa. Ho inoltre una passione smodata per il Villarreal, di cui credo di poter definirmi il maggior esperto in Italia, e più in generale per il calcio, oltre ad altri mille interessi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.