Juventus-Borussia Dortmund, Klopp: ‘L’arbitro non mi è piaciuto, Pogba da giallo’

Borussia Dortmund Juventus Klopp

Jurgen Klopp, allenatore e uomo simbolo del club giallonero, commenta Juventus-Borussia Dortmund (clicca QUI per la cronaca) con la consueta schiettezza. “Il risultato? “Credo sia giusto. Abbiamo fatto una buona partita nel primo tempo, ma abbiamo concesso due azioni da gol – prosegue il tecnico – avrei dovuto intervenire prima. La Juve ha avuto due grosse occasione e non ha fallito. Non sono sorpreso, la Juve è una grande squadra. Hanno avuto il giusto ritmo, a noi ci è mancata precisione e loro sono stati bravi ad approfittare di alcune occasioni lasciate. La Juve è stata brava”.

Il Borussia Dortmund non sta vivendo un momento facile, fino a poche settimane fa si trovava in fondo alla classifica di Bundesliga, i cronisti chiedono a Klopp se gli piacerebbe lavorare in Serie A ma lui non sembra interessato: “Al momento ho problemi in casa mia. La Juve è una squadra navigata e sa giocae bene in Italia come in Europa. Come noi può pero avere problemi in Europa perchè ci sono le altre squadre”.

Il Borussia Dortmund comunque ha modo di ottenere la qualificazione con un gol tra le mura amiche, Klopp lo sa e sottolinea alcune scelte arbitrali di stasera che non lo hanno convinto: “Tutto sommato cambia poco, abbiamo delle chance per il ritorno Dobbiamo comunque vincere per farcela. Alcune decisioni dell’arbitro però non mi sono piaciute – afferma il tecnico giallonero – come una gomitata di Pogba, che era almeno da ammonizione. Dovremo sfruttare il nostro pubblico nel ritorno”.

About Paolo Bardelli 2030 Articoli
Nato ad Arezzo nei meravigliosi anni '80, si innamora prestissimo del calcio e non avendo piedi fini decide di scriverlo. Ha lavorato nella redazione del Guerin Sportivo e per tre anni cura la rubrica "Dalla A alla Z". Numerose collaborazioni nel corso degli anni con testate tra le quali tuttomercatoweb.com, ilsussidiario.net e il mensile Calcio 2000. Nel 2012 insieme ad Alfonso Alfano crea tuttocalcioestero.it. E ne è molto orgoglioso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.