Il Benfica trionfa sul Boavista 3-0

Photo credit to Alberto Fernandes

Sabato 27 agosto il Boavista ospita al Bessa il Benfica per la 4° giornata della Liga NOS.
Il Boavista viene da una sconfitta con il Casa Pia ma aveva iniziato bene il campionato con due successi sulla Portimonense e sugli azzorriani del Santa Clara. Il Benfica vuole tenere a scia del Porto e non può permettersi passi falsi.

Il Boavista inizia impavido cercando di colpire dalle fasce laterali: al 10 un cross con il mancino di Onyemaechi viene deviato da Gilberto ed impegna il portiere.
Il Benfica si accorge che la generosità del Boavista in fase offensiva lascia ampi margini di errore, specialemente se si decide di colpire in contropiede.
Al 30′ arriva il gol di Morato che anticipa un difensore e incorna un cross arrivato da un calcio d’angolo di Neres.
Il numero 7, sempre lui, Neres fa un po’ quello che vuole, gli spazi concessi sono ampi e prima serve João Mário che a sua volta smarca Gonçalo Ramos. Il suo diagonale di sinistro è fermato da un provvidenziale intervento di Dutra, con una tipica mossa da futsal. Grande parata la sua!
Sul finire del primo tempo João Mário ha una splendida occasione per raddoppiare ma si fa prendere dall’emozione e il suo tiro sul primo palo esce troppo strozzato.

Nella ripresa il Benfica è certamente più incisivo e domina il gioco, forte del vantaggio maturato nella prima parte della gara. Le occasioni da gol si moltiplicano e al 67′ João Mário piazza il raddoppio con un destro da dentro l’area di rigore, complice anche un poco di immaturità della difesa del Boavista. L’esultanza del portoghese, quest’oggi capitano vista l’assenza di Otamendi, è un di quelle che sanno di redenzione, vista la grande occasione sprecata nel primo tempo.
La partita è ormai incanalata nella giusta direzione. Il Boavista gioca con orgoglio ma il Benfica è attento. All’ 80′ arriva un intervento ingenuo di Sasso in area di rigore. Dopo aver consultato il Var, l’arbitro decreta il calcio di rigore. Sul dischetto si presenta João Mário che trasforma spiazzando il portiere di piatto destro: partita archiviata, prima doppietta con la maglia delle aquile rosse e titolo di Man of the Match in bacheca.

“La prima parte della partita è stata complicata, il Boavista era molto aggressivo. Sono felice di questa vittoria” ha dichiarato il numero 20 del Benfica. “Mi piace giocare un po’ più avanti, tento smarcare i miei compagni e magari sfruttare le occasioni che si creano; sono molto soddisfatto di come mi sono inserito nella dinamica di squadra quest’anno” ha inoltre dichiarato il portoghese, che dopo 600 minuti effettivi di gioco, ha collezionato 3 assist e 2 gol.

In un campionato iniziato con il Porto fare subito la voce grossa con nove gol fatti e solo uno subito, il successo fuori casa per 3-0 del Benfica appare più importante di quello che sembra.
In primo luogo scaccia i dubbi che molti si erano posti dopo la vittoria sofferta ottenuta di misura sel campo della matricola Casa Pia ed in secondo luogo allunga sullo Sporting Lisbona che poche ore dopo sarebbe incappato nella sua seconda sconfitta consecutiva, questa volta in casa contro la sorprendente neopromossa Chaves.

Foto in evidenza di Alberto Fernandes

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.