L’Estudiantes si ferma ancora: il Boca vince e va a -2. Cade il Newell’s, “El Rojo” apre la crisi del River Plate

boca racing tevez

Semplice battuta d’arresto (la seconda consecutiva, dopo aver perso, settimana scorsa,contro il Banfield), o primi campanelli d’allarme per il “pincha” di Vivas? Il pareggio per 0 a 0 in casa contro il sempre più sorprendente Tallares Cordoba (reduce da sei vittorie nelle ultime otto partite, e bravo a difendersi con ordine per tutti i 90′), riduce drasticamente il divario dalle inseguitrici (Boca Juniors su tutte), e pone qualche prima incertezza sullo stato di forma mentale e fisica dei biancorossi di La Plata.

Chi invece si trova in uno stato di grazia sono proprio gli “Xeneizes“, che in due giornate sono riusciti a recuperare ben cinque punti alla capolista. Per la per la squadra allenata da Barros Schelotto, il 4 a 2 inflitto al Racing Club alla “Bombonera“, rappresenta la quarta vittoria nelle ultime cinque gare. Grazie ad un primo tempo fantastico, i primi quarantacinque minuti di gioco si chiudono sul 2-0 per i giallo-blu, con l’autorete di Insúa e il gol del solito Walter Bou. Il passivo sarebbe potuto essere però ben più pesante per un Racing non pervenuto e forse ancora con la testa alla vittoria della settimana scorsa sull’Independiente nel “clásico” di Avellaneda. Nella ripresa, la doppietta di Bou sembra chiudere definitivamente i conti, ma le due reti successive di Lisandro López (quattro gol nelle ultime due partite) riaprono sorprendentemente la gara; ci pensa allora Carlitos Tèvez a chiudere i conti, realizzando il 4 a 2 finale all’80’. Con questa vittoria, il Boca dimostra una volta di più tutto il suo potenziale, presentandosi come favorito al “Super Clásico” di domenica prossima contro il River Plate al “Monumental“.

Proprio i “Millonarios” infatti, scesi in campo con una divisa completamente verde per onorare la tragedia che ha coinvolto la Chapecoense, perdono per 1 a 0 in casa dell’Independiente, dicendo definitivamente addio alle possibilità di vittoria del campionato. Rimangono così solo due obiettivi al River nel breve termine: fermare il Boca Juniors settimana prossima, e vincere la Copa Argentina, giovedì 15 dicembre, contro il Rosario Central. L’Independiente, grazie al goal di Vera al 72′, si rialza dopo la sconfitta patita al “Cilindro” la scorsa settimana. Da sottolineare anche la bellissima iniziativa del Rojo, con i giocatori che sono scesi in campo con il cognome, su ogni maglia, di un giocatore della Chapecoense.

Brutta battuta d’arresto per il Newell’s Old Boys, sconfitto tra le mura amiche da un grande Banfield. Assolutamente meritato il successo per il “Taladro“, che con la doppietta di Bertolo (in rete al 74′ e all’85’) sfonda la resistenza opposta da Pocrnjic e si conferma come una delle squadre più in forma del campionato. Tre vittorie consecutive per la squadra di Falcioni, che vola così al sesto posto in classifica. La “Lepra” invece viene raggiunta dal San Lorenzo al terzo posto con ventiquattro punti, e perde la ghiotta occasione di agganciare l’Estudiantes in vetta.

Il “Ciclón” si riscatta subito dopo la sconfitta subita settimana scorsa dal Boca Juniors, e vince in casa dell’Olimpo per 2 a 1. Emozionante l’ingresso in campo a Bahía Blanca del San Lorenzo, con i giocatori che hanno indossato le magliette della Chapecoense scambiate con i giocatori brasiliani dopo la semifinale di Copa Sudamericana. La partita ha poi premiato la squadra di Aguirre, grazie alle reti di Cauteruccio e Blandi. Inutile il momentaneo pareggio di Pizzini, con i rosso-blu che grazie a questa vittoria si portano a -3 dal primato.

Ritorna a sorpresa in lotta per il vertice anche il Lanus: tutti li consideravano già fuori dai giochi dopo un inizio stentato, ma non bisogna mai sottovalutare i campioni in carica. Il “Granate” vince 1 a 0 il posticipo del lunedì contro il Gimnasia grazie al gol al 40′ dell’eterno Sand e si porta a soli cinque punti di distacco dal primo posto. Meglio il “Lobo” nel primo tempo, con Monetti che si è però rivelato decisivo salvando i suoi in un paio di occasioni. Quarto successo di fila quindi per i granata, che la settimana prossima andranno a giocare sul campo di un Rosario Central presumibilmente pieno di riserve (per la finale di Copa Argentina contro il River Plate) con l’obiettivo di continuare nella loro striscia positiva. Central che perde per 2 a 0 in casa dell’Union Santa Fe (di Soldano e Sanchez le reti per “Los Tatengues“), e si ritrova pericolosamente nelle retrovie della classifica.

Nelle altre partite di giornata, vittorie esterne per il Colon di Paolo Montero (3 a 1 in casa dell’ Huracan), per il Sarmiento Junin (stesso punteggio, 1 a 3, in casa del Quilmes) e per il Defensa y Justicia ( 1 a 0 contro l’Atletico Rafaela). Pareggio senza reti per il Velez Sarsfield in casa del Patronato.

Questi tutti i risultati della dodicesima giornata di Primera Division:

Quilmes-Sarmiento  1-3  15′ G. Ramírez (Q), 55′ Niz (S), 79′, 89′ L. Díaz (S)

Huracán-Colón  1-3  25′ Torres (C), 46′ Depetris (H), 82′ Bernardi (C), 90′ Leguizámon (C)

Atlético de Rafaela-Defensa y Justicia  0-1  28′ Miranda

Tigre-Aldosivi  1-1  18′ Sosa (T), 48′ Medina (A)

Newell’s Old Boys-Banfield  0-2  74′, 85′ Bertolo

Godoy Cruz-Atlético Tucumán  1-2  41′, 82′ Zampedri (A), 86′ J. Correa (G)

Olimpo-San Lorenzo  1-2  12′ Cauteruccio (S), 28′ Pizzini (O), 61′ Blandi (S)

Unión-Rosario Central  2-0  49′ Soldano, 58′ L. Sánchez

Estudiantes-Talleres  0-0

Boca Juniors-Racing  4-2  24′ aut. E. Insúa (B), 41′, 48′ W. Bou (B), 50′, 74′ L. López (R), 80′ Tévez (B)

Patronato-Vélez  0-0

Belgrano-Temperley  0-0

Independiente-River Plate  1-0  72′ Vera

Arsenal-San Martín   0-0

Lanús-Gimnasia  1-0  40′ Sand

CLASSIFICA PRIMERA DIVISION ARGENTINA

classifica-argentina

About Federico Solimando 26 Articoli
Studente e studioso, giornalista per passione, amante incondizionato del calcio estero, in particolare quello sudamericano, nello specifico quello argentino ("Millonarios"da sempre!) Buddista della corrente "Nichireniana", sono un appassionato della filosofia orientale, in particolare di quella giapponese. Una frase da ricordare sempre: "Nessuna notte è così lunga da impedire al sole di risorgere"

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.