E se Jürgen Klopp mette gli occhi su Wood…

Una verità “di facciata”, un’indiscrezione e una suggestiva notizia: attorno all’attaccante Bobby Wood si muove qualcosa, ma non c’è da stupirsi. Con 14 gol in questa stagione e con sette incontri ancora a disposizione per primeggiare nel record di marcature nella storia dell’Union Berlin, sul 23enne americano alcuni top-club hanno iniziato a mettere gli occhi addosso. Partiamo, in ordine temporale, dall’indiscrezione: secondo quanto riferito dal Berliner Kurier, sembra che il primo club della Bundesliga a farsi avanti sia stato l’Amburgo. Prima della pausa per gli impegni nazionali, dove tra l’altro Wood è con la squadra statunitense, pare che Peter Knäbel, direttore sportivo HSV, abbia incontrato l’attaccante di origine hawaiana in un hotel lungo Invalidenstraße, a Berlino.

Una semplice chiacchierata o un inizio di trattativa? Chissà, quel che è certo è che la squadra amburghese non è, ovviamente, l’unica. Tra i 18mila spettatori che, all’Alte Försterei, hanno applaudito la convincente vittoria dell’Union Berlin per 4-0 sul FSV Frankfurt, c’era un osservatore speciale, proveniente direttamente dall’Inghilterra, zona Liverpool. Nella tribuna riservata ai vip c’era, infatti, uno scout dei Reds inviato direttamente da Jürgen Klopp. Ecco la verità “di facciata”: l’emissario era a Berlino per osservare Taiwo Michael Awoniyi, attaccante 18enne nigeriano, di proprietà del Liverpool e in prestito alla squadra di Francoforte. Ma nel match di inizio marzo, il ragazzo ha giocato solo 23’, ed ecco qui la suggestiva notizia con l’osservatore che molto probabilmente si sarà segnato il numero 15 berlinese sul suo taccuino e avrà riferito a Klopp. Wood rispecchierebbe la silhouette dell’attaccante prototipo dell’ex allenatore del Borussia Dortmund, rapido, dinamico, che sa partecipare all’azione offensiva e difensiva e abile nei movimenti.

Bobby, che ha avuto una crescita costante da inizio stagione e che nel solo 2016 ha messo a segno sette reti in sei incontri, è stato acquistato dall’Union Berlin nel luglio 2015 per sostituire Sebastian Polter, versando 800.000 euro nelle casse del Monaco 1860 e con la società di Köpenick ha un contratto fino al 2018.

About Giovanni Sgobba 114 Articoli
Giornalista, nato a Bari in un ambiente dove gli si diceva di tifare per i bianco-rossi, ha seguito il suggerimento alla lettera appassionandosi all'Union Berlin. Fidanzato ufficialmente con il club dal 12 agosto del 2012 quando ha assistito ad una partita per la prima volta nello stadio An der Alten Försterei. Ama i cappelli: i suoi, quello di De Gregori, di Charlie Brown, di Alan Grant e di Nereo Rocco.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.