Premier League: il Leicester soffre, ma vince ancora. Vittorie esterne anche per Stoke e Norwich

Giornata di Premier favorevole alle squadre in trasferta: vince il Leicester di Ranieri a Selhurst Park contro un combattivo Crystal Palace, mentre lo Stoke si avvicina alle posizioni europee vincendo a Vicarage Road sul Watford e il Norwich inguaia Newcastle e Sunderland ritrovando la vittoria sul campo del West Bromwich.

Crystal Palace-Leicester 0-1
A Selhurst Park l’unico motivo di gioia, con l’ultima vittoria datata ancora 2015, sono le solite cheerleader che accolgono le squadre in campo.
Eppure la squadra di Pardew mette in campo una prestazione gagliarda, ma sfortunata.
Il primo tempo, a parte un’occasione d’oro fallita da Mahrez a tu per tu con Hennessy sull’assist di Drinkwater, è un monologo dei padroni di casa, che dominano il gioco sulle fasce grazie agli spunti di Zaha e Bolasie.
Al 33′, però, nel momento migliore delle Eagles, ecco che le Foxes colpiscono: Vardy viene servito in area e, dopo un pregevole doppio passo che gli permette di girarsi, lascia partire un tiro-cross teso che attraversa in un lampo l’area di rigore e viene raccolto dal piatto sinistro di Mahrez per l’1-0.
Pardew toglie dal campo l’impalpabile Adebayor e lancia il tridente Sako-Bolasie-Zaha alla ricerca del pari. Il secondo tempo è di nuovo un monologo dei padroni di casa intervallato saltuariamente dal contropiede ospite. Contropiede che produce un paio di occasioni nella prima parte di ripresa con Okazaki, ma poi non riesce più a pungere.
Dal 70′ in poi il Palace stringe d’assedio l’area di Schmeichel, ma l’assenza di una punta centrale si fa sentire. Sulle ali Zaha, Sako e Bolasie trovano sempre il fondo ed il cross, ma poi al centro non restano che le incursioni di centrocampisti quali Ledley e Cabaye, difficilmente pericolosi.
Dopo l’incredibile rigore negato alle Foxes quando Dann toglie letteralmente la maglia a Huth sugli sviluppi di un corner (la maglia gli resta addirittura in mano, tanto da doverla quasi restituire al difensore tedesco), sul fronte opposto, al 92′, Delaney riesce a stoppare e tirare in porta da posizione ravvicinata, ma la traversa salva la squadra di Ranieri, permettendo al Leicester di mantenere la striscia vincente e restare in testa in attesa del Tottenham, distante 8 punti.

Watford-Stoke City 1-2
Continua l’estrema difficoltà del Watford a trovare la porta, almeno in campionato. La partita è combattuta, ma lo Stoke, che solo una volta su 11 aveva segnato nei primi 45 minuti nel 2016, trova il gol del vantaggio al 18′ con Walters che raccoglie sul secondo palo il cross di Bardsley bucato da tutti.
Gli Hornets si gettano in avanti alla ricerca del pari, ma si espongono al contropiede e subiscono il beffardo raddoppio ospite ad inizio ripresa: Gomes, il portiere di casa, batte una punizione nella propria area da posizione defilata, il suo lancio impreciso finisce dalle parti di Walters che di prima offre l’assist a Joselu, il quale si invola verso la porta e supera l’estremo difensore ancora fuori dai pali con un pregevole pallonetto.
La squadra di Quique Sanchez Flores non demorde e prova comunque a riaprire la partita, riuscendoci forse troppo tardi, all’86’, grazie al gol di Troy Deeney con un colpo di testa ravvicinato sul cross dal fondo del subentrato Anya.
Lo Stoke si lancia sorprendentemente verso le posizioni buone per l’accesso alle coppe europee, mentre il Watford segue attentamente le vicende della zona salvezza, conscio di aver bisogno ancora di 3 o 4 punti per potersi considerare al riparo da qualsiasi svarione finale.

West Bromwich Albion-Norwich 0-1
Col West Brom che veniva da 3 vittorie in 4 partite ed il Norwich da 8 sconfitte nelle ultime 10, in pochi si sarebbero aspettati la debacle della squadra di Tony Pulis.
Infatti il match sembra mettersi subito bene per i Baggies, che dominano i primi 20 minuti con un possesso palla del 60% ed una netta predominanza al tiro (7-2).
Poi, però, il meccanismo s’inceppa ed il primo tempo si chiude col ritorno dei Canaries.
Ad inizio ripresa doccia fredda per i tifosi di casa, costretti a vedere il vantaggio ospite di Robbie Brady a conclusione dell’azione di sfondamento di Matt Jarvis dopo soli 5 minuti.
Il West Brom non riesce più a recuperare e questo risultato mette pressione al Sunderland di Sam Allardyce, così come al Newcastle di Rafa Benitez, finiti entrambi in relegation zone.

Crystal Palace-Leicester 0-1 (33′ Mahrez)
Watford-Stoke City 1-2 (18′ Walters, 51′ Joselu, 86′ Deeney)
West Bromwich Albion-Norwich 0-1 (50′ Brady)

About Luca Petrelli 157 Articoli
Cresciuto a pane e telecronache delle proprie partite con le figurine Panini sul campo di Subbuteo, sviluppa una passione viscerale per il calcio, che si trasforma presto in autentica dipendenza. Da sempre dalla parte degli underdog, non scambierebbe mai 1000 vittorie da cowboy con un unico grande successo indiano sul Little Bighorn. Tra una partita e l'altra, trova il tempo per laurearsi in economia, Tuttocalcioestero gli offre l'occasione per trarre finalmente qualcosa di buono dalla sua "malattia" per il pallone, strizzando l'occhio al sogno nel cassetto del giornalismo di professione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.