ACL 2016, East Zone: flop del Guangzhou, risorge lo Shanghai Sipg, Gamba Osaka ancora a secco di vittorie

Seconda giornata di AFC Champions League, le partite dell’East Zone di mercoledì 2 marzo. Prima vittoria stagionale per lo Shanghai Sipg, a segno Elkeson e Wu Lei. Pesante tonfo del Guangzhou Evergrande, i campioni in carica perdono in Australia all’ultimo minuto.

clicca qui, per leggere degli incontri disputati martedì 1 marzo

GRUPPO G

Shanghai Sipg-Suwon 2-1 (32′ Elkeson, 52′ Wu Lei, 72′ Jang)

Prima vittoria per lo Shanghai Sipg nella storia di questa competizione, le Metal Eagles dopo la sconfitta nel match di esordio a Melbourne si riscattano con una buona prova in casa battendo i coreani del Suwon. Eriksson anche questa volta non rinuncia al suo 4-2-3-1 nonostante l’assenza di Gyan per infortunio, spazio dunque a Elkeson come prima punta, supportato sulla trequarti da Conca e sugli esterni da Lu e Wenjian e da Wu Lei.
Il brasiliano ex Guangzhou sblocca le marcature al 32′, sul lancio in profondità di Wu Lei, Min manca il controllo e permette al brasiliano di involarsi in solitaria verso la porta per mettere a segno il suo primo gol con la maglia delle Metal Eagles.
A inizio ripresa sull’asse Conca-Wu Lei giunge il gol del raddoppio: l’argentino tenta l’imbucata per il numero 7, ma sulla linea del passaggio si frappone Min, nuovamente colpevole, il controllo del difensore è difettoso e finisce con il servire Wu Lei, che con freddezza firma il suo secondo gol nella fase a gironi (4 centri totali considerando i preliminari).
Nel finale di partita il Sipg mette ancora in evidenza i suoi limiti difensivi e permette al Suwon di accorciare le distanze con Jang al 72′, gli ultimi minuti sono un assedio da parte dei coreani, che non riescono tuttavia a sfondare grazie all’ottima prova di Wang Shenchao.

Gamba Osaka-Melbourne Victory 1-1 (3′ Ansell, 56′ Endo)

Secondo pareggio per i giapponesi di Osaka, fermati dal Melbourne fra le mura amiche. Una partita combattuta, caratterizzata da un gol per tempo, ad aprire le marcature sono gli ospiti su calcio d’angolo, con Ansell che controlla il cross dalla bandierina per poi sparare la palla in rete dopo appena tre minuti. La prima frazione è quasi a senso unico, con gli australiani che provano più volte a sorprendere dalla distanza Higashicuchi.
Nella ripresa emerge finalmente il Gamba Osaka, il segnale della riscossa è dato dal brasiliano Patric, che con un tiro dal limite centra in pieno la traversa. Il pareggio porta la firma del veterano Endo, il quale piazzato sul secondo palo, raccoglie un cross dalla bandierina e con un volo d’angelo riequilibra il risultato.
Nel finale di partita è decisivo l’intervento del portiere Vukovic che a tu per tu con Patric, respinge la conclusione dell’attaccante con un grande riflesso, permettendo così agli australiani di ottenere un prezioso pareggio in trasferta e la testa della classifica.

Classifica: Melbourne Victory 4, Shanghai Sipg 3, Gamba Osaka 2, Suwon 1

GRUPPO H

Sidney-Guangzhou Evergrande 2-1 (18′ Stambolziev, 25′ autogol Calver, 88′ Dimitrijevic)

Cadono i campioni in carica del continente asiatico, il Guangzhou Evergrande perde in casa del Sidney complicando oltremodo la propria situazione nel girone dato che le Tigri del Canton occupano l’ultima posizione con un solo punto ottenuto.
Deludono gli uomini di Felipe Scolari, ma soprattutto delude Jackson Martinez, ancora a secco in partite ufficiali. I padroni di casa si portano in vantaggio sfruttando la superiorità nel gioco aereo: al cross di Grant succedono tre colpi di testa in area di rigore, l’ultimo all’indirizzo di Stambolziev che fugge alla marcatura di Kim e porta in vantaggio gli australiani. Passano pochi minuti e il Guangzhou ha l’occasione di pareggiare con un tiro dal dischetto procurato da Jackson Martinez. Dagli undici metri si presenta Goulart, ma la sua conclusione è poco angolata e il portiere avversario respinge con facilità.
Al 25′ la grandissima giocata di Huang Bowen, il centrocampista viene lanciato in profondità da Paulinho e si invola sulla fascia destra, una volta in area lascia partire un siluro che trafigge Janjetovic, inutile l’intervento in scivolata sulla linea di Calver che devia la sfera sulla traversa e poi oltre la linea.
La partita sembrava destinata a finire con un pareggio, con entrambe le squadre che hanno avuto le loro occasioni per portarsi in vantaggio. A due minuti dal termine è ancora il Sidney a gonfiare la rete, approfittando di un atteggiamento compassato della difesa: Dimitrijevic aggancia un passaggio in area di rigore, Feng Xiaoting si tiene a debita distanza e da tutto il tempo al serbo per girarsi e concludere in rete battendo Zang

Pohang Steelers-Urawa 1-0 (20′ Son)

In questa stagione di Champions League continua il dominio delle coreane sulle squadre giapponesi, dopo lo straripante 4-1 di ieri del Seoul sul Sanfrecce Hiroshima, quest’oggi arriva anche il trionfo del Pohang Steelers sull’Urawa Red Diamonds, entrambe squadre che in passato hanno vinto la competizione.
Decide la sfida il calcio di rigore trasformato da Son nel primo tempo, una vittoria che permette ai coreani di guadagnare così la testa della classifica.

Classifica: Pohang 4, Urawa 3, Sidney 3, Guangzhou 1

About Nicholas Gineprini 544 Articoli
Sono nato a Urbino il 2 maggio 1991. Nel luglio 2015 ho conseguito la laurea in Chimica e tecnologie farmaceutiche. Mi occupo di giornalismo sportivo con un'attenzione particolare al lato economico e allo sviluppo del calcio in Cina, che approfondisco nel mio Blog Calcio Cina. Nel febbraio 2016 ho pubblicato il mio primo libro: IL SOGNO CINESE, STORIA ED ECONOMIA DEL CALCIO IN CINA, il primo volume, perlomeno in Europa a trattare questo argomento. Scrivo anche di saggistica (sovversiva) per kultural.eu

1 Commento su ACL 2016, East Zone: flop del Guangzhou, risorge lo Shanghai Sipg, Gamba Osaka ancora a secco di vittorie

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.