Diritti tv: la Bundesliga punta al miliardo

DORTMUND, GERMANY - AUGUST 24: A volunteer waves a flag othe the DFL during the Bundesliga match between Borussia Dortmund and Werder Bremen at Signal Iduna Park on August 24, 2012 in Dortmund, Germany. (Photo by Christof Koepsel/Bongarts/Getty Images)

Continua ad essere senza freni la crescita della Bundesliga. La lega deve rinnovare la vendita dei diritti tv, e si punta a delle cifre astronomiche a partire dalla stagione 2017-2018.

Precedentemente, Sky Deutchland si era aggiudicata i tre quarti dei pacchetti all’asta per 486 milioni di euro, sui 628 totali. La crescita stimata da Morgan Stanley è del 60% rispetto al 2014, in tal senso si arriverebbe a un miliardo per i diritti tv della Bundesliga, che diverrebbe la seconda lega più ricca al mondo alle spalle della Bundesliga. Una pioggia di denaro che si riverserà sulle casse dei club, nella speranza che questi possano investire sul mercato per attrarre campioni affermati e contrastare lo strapotere del Bayern Monaco, sia dal punto di vista sportivo che economico.

La Bundesliga rappresenta un modello sano di calcio, con stadi pieni e club con i conti puliti. Il giro d’affari della lega negli ultimi dodici anni è aumentato del 133%, e ora si attesta sui 2.6 miliardi.
Oltre a sky, che secondo il German Cartel Office non può avere il monopolio sulla trasmissione delle partite Live, concorreranno per l’acquisizione dei diritti anche Deutche Telekom e molto probabilmente, stando sempre a quello riportato da Stanley Morgan, anche Amazon e Netflix, le quali fino ad ora non si sono approcciate agli eventi sportivi.

Precedentemente la Bundesliga aveva rinnovato il proprio accordo con un incremento del 52%, passando dai 412 milioni a stagione fino ai 628 attuali. Il balzo al miliardo confermerebbe una crescita che le permetterebbe di superare gli attuali accordi della Liga (983 milioni) e Serie A, la quale si attesta a 945 milioni, ma l’ultimo rinnovo ha visto un incremento irrisorio, pari solo al 13%.

Per quanto riguarda la spartizione dei diritti tv, alle squadre della Bundesliga spetta il 79% del totale, il cui meccanismo di distribuzione è esclusivamente basato sul merito sportivo, sulla base delle classifiche dell’ultimo quadriennio e della partecipazione alle competizioni europee.

About Nicholas Gineprini 544 Articoli
Sono nato a Urbino il 2 maggio 1991. Nel luglio 2015 ho conseguito la laurea in Chimica e tecnologie farmaceutiche. Mi occupo di giornalismo sportivo con un'attenzione particolare al lato economico e allo sviluppo del calcio in Cina, che approfondisco nel mio Blog Calcio Cina. Nel febbraio 2016 ho pubblicato il mio primo libro: IL SOGNO CINESE, STORIA ED ECONOMIA DEL CALCIO IN CINA, il primo volume, perlomeno in Europa a trattare questo argomento. Scrivo anche di saggistica (sovversiva) per kultural.eu

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.