Ligue 1: Al Psg “Bast(i)a” poco per ottenere i tre punti

psg

Tutto come previsto: il Psg batte il Bastia e fa suoi i tre punti nell’anticipo della ventesima giornata di Ligue 1. I parigini, quindi, proseguono nel loro terrificante ruolino di marcia in campionato: 17 vittorie, 3 pareggi, 0 sconfitte. Il vantaggio ora sul Monaco, impegnato domani sera contro il Gazelec, è di 22 punti: il campionato, di fatto, si potrebbe chiudere anche qui.

Stasera, però, il Psg non ha offerto la migliore versione di sé stesso, complice anche un Bastia sceso in campo col coltello fra i denti, desideroso di strappare almeno un punticino che, nel caso, sarebbe stato accolto trionfalmente in terra corsa. Ma così, come da pronostico, non è stato. Eppure, la squadra corsa si è fatta preferire nelle battute iniziali, rendendosi pericolosa in almeno un paio di circostanze.

Ma quando giochi contro una grande squadra come il Psg, può capitare di essere punito alla prima occasione. E così, purtroppo per gli uomini di Printant, è stato. Alla mezz’ora, infatti, i parigini passano in vantaggio con Thiago Silva, che insacca di testa un calcio d’angolo magistralmente eseguito da Di Maria. Trovato il vantaggio, la squadra di Blanc riesce a controllare agevolmente il match, spesso addormentato con un possesso palla sicuro ma, al tempo stesso, quasi soporifero.

Il predominio locale viene premiato a cinque minuti dall’intervallo: Di Maria serve uno splendido pallone per l’accorrente Maxwell che, complice anche la deviazione di Cioni, si coordina perfettamente e lascia partire uno splendido sinistro che batte l’incolpevole Leca. Due azioni pericolose, due gol: il Psg, oltre ad essere tremendamente forte, è cinico e spietato.

La ripresa inizia sotto i migliori auspici per i padroni di casa, che costringono gli ospiti nella loro metà campo. Dopo un’inutile traversa colta da David Luiz, pescato in fuorigioco dal guardalinee, la prima emozione del secondo tempo la regala Ibrahimovic, che prova un tiro deviato in corner dal provvidenziale intervento di Modesto. La partita regala poche emozioni. Il Bastia, nella fase finale del match, sfiora il goal della bandiera con Squillaci, ma rischia, negli ultimi minuti, di subire la terza rete.

Per il Psg, quindi, massimo risultato col minimo sforzo. E considerati gli impegni a cui i parigini saranno chiamati nei prossimi mesi, Champions League in primis, la cosa non può non riempire di gioia Laurent Blanc: i suoi, infatti, hanno dimostrato una personalità e un grado di autogestione da grande squadra. E possono ambire, legittimamente, ad entrare nelle prime quattro squadre europee. Chelsea, permettendo.

PSG-BASTIA 2-0 (29′ Thiago Silva, 39′ Maxwell)

PSG: Trapp, Aurier, Thiago Silva (78′ Marquinhos), David Luiz, Maxwell; Verratti (63′ Pastore), Thiago Silva, Matuidi (81′ Lavezzi); Di Maria, Ibrahimovic, Lucas All. Blanc

BASTIA: Leca, Cioni (79′ Dijku), Squillaci, Modesto, Marange; Ngando (79′ Mostefa), Cahuzac, Fofana, Palmieri; Danic (63′ Kamano), Brandao All: Printant

AMMONITI: 45′ Verratti, 54′ Squillaci, 71′ Marange, 74′ Fofana

COPY CODE SNIPPET

1 Commento su Ligue 1: Al Psg “Bast(i)a” poco per ottenere i tre punti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.