Bournemouth-Manchester United 2-1: horror United, altro ko per LVG

Manchester United Van Gaal

Il Manchester United cade ancora una volta, a Bournemouth. E’ uno United da brividi, non a caso molti ex hanno sparato dure critiche nei confronti di Louis van Gaal. Il tecnico olandese ha responsabilità, pur avendo molti soldi a disposizione non è riuscito a tagliare traguardi importanti. Ha commesso gravi errori sin da subito, non ha mai rispettato le tradizioni del club, come il vivaio. Van Gaal lancia pochissimi giocatori del settore giovanile, in  una squadra per cui l’Academy è cosa sacra. Un esempio evidente è la cessione di Evans nonostante la mancanza di difensori centrali.

Il nord-irlandese non è certamente un astro nascente del calcio europeo, ma pur sempre un nazionale con un lungo passato nei ranghi dei Red Devils. Altra mancanza di rispetto dell’olandese alle tradizioni del club è stata il tipo di gioco proposto. Il Manchester United ha tradizione di calcio verticale e piedi buoni, basta ricordare le grandi epoche di Giggs, Beckham e tanti altri. Non a caso le sfide con i Gunners negli anni 90′ sono state le più belle di sempre. Oggi Van Gaal gioca un calcio noioso ma le colpe non sono solo sue, il tecnico ha scarso materiale a disposizione, rispetto alle vere grandi quali Real Madrid, Bayern e Barcellona. Se da una parte ha molti torti, da un’altra possiamo solo dare grandi elogi all’olandese, ovunque sia andato ha sempre vinto.

Ha conquistato una Champions League ad Amsterdam nella stagione 1994-95, ha portato il piccolo Az Alkmaar al titolo olandese e ha fatto un grande lavoro anche a Monaco di Baviera e a Barcellona. A Manchester già da due stagioni, non ha lasciato ancora il segno nel calcio inglese. Il primo anno gli è servito per valutare il materiale umano, nel secondo ha effettuato una piccola rivoluzione, rilanciando Smalling e acquistando Schweinsteiger, usato sicuro. Con tutti i soldi che lo United possiede, c’è modo di voltare pagina e riacquistare la fiducia degli scettici, raccogliendo la pesante eredità di Sir Alex Ferguson.

Oggi LVG ha commesso l’ennesimo passo falso, un duro ko in trasferta contro il Bournemouth. Match subito sbloccato al secondo minuto con una rete che sa di incredibile, Junior Stanislas segna direttamente da calcio d’angolo con una traiettoria insidiosa che inganna il portiere. Il Manchester non si perde d’animo e al 24′ Fellaini sigla la rete del pareggio. Vantaggio che non dura molto, nella ripresa Joshua King firma il sorpasso e regala i tre punti alla squadra. Il Bournemouth può sorridere e sale a quota 16 punti in classifica.

Bournemouth-Manchester United 2-1  (2′  Stanislas,  24′  Fellaini,  54′  King)

 

About Raffaele Lima 22 Articoli
Nato in Sicilia, classe 98', promessa mancata tra i pali a causa dei suoi 175 cm di altezza. Innamoratissimo degli Spurs e del calcio inglese in generale, ma di fede rossonera.

2 Commenti su Bournemouth-Manchester United 2-1: horror United, altro ko per LVG

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.