Giovani dos Santos ai Los Angeles Galaxy

Giovani dos Santos Messico

Da più di una settimana stava cercando casa a Los Angeles, l’accordo era questione di dettagli. Poi l’ufficiosità qualche giorno fa: Giovani e i Galaxy avrebbero iniziato una nuova avventura assieme. Adesso è arrivata anche l’ufficialità da entrambe le società, il Villarreal ha accettato un’offerta vicina agli otto milioni di dollari, poco più di sette milioni di euro, mentre la punta messicana ha firmato un quadriennale da tre milioni di euro l’anno, praticamente il doppio di quanto percepiva nella Plana Baixa. Anche se la maggior parte dei mass media ha parlato di sette milioni di dollari a stagione, per un totale di ventotto, è bene ricordare che si tratta dell’ingaggio lordo. Si è trattata comunque di un’eccellente operazione di Fernando Roig Negueroles, visto che il giocatore fu comprato due anni fa dal Mallorca per una cifra molto vicina a quella a cui è stato rivenduto.

Nel dettaglio, nell’estate 2013 il Submarino amarillo versò circa undici milioni al Mallorca per le prestazioni di Giovani e di Tomás Pina, ma per motivi di bilancio la cifra fu ripartita il più diluitamente possibile tra entrambi i giocatori per un approssimativo di sei milioni alla voce del messicano e di cinque a quella dello spagnolo. Verosimilmente la cifra appena incassata dalla dirigenza grogueta coincide con quella spesa all’epoca del suo acquisto, e considerando il rendimento più deludente che altalenante in questi due anni a Vila-real, la remunerazione ottenuta è una vera e propria manna dal cielo per il club iberico. L’attaccante ventiseienne ha fatto registrare tredici reti in quaranta presenze nella sua prima stagione castellonense (di cui undici in campionato), contro le sole sei nello stesso numero di presenze nell’anno appena concluso (appena uno in Liga).

I Galaxy sono riusciti ad aggiudicarsi dos Santos grazie a una manovra della Federazione statunitense denominata “Targeted Allocation Money“, che ha permesso di liberare uno slot nei designated player, ovvero quei calciatori che possono svincolarsi dal salary cup imposto dalla Major League Soccer. Grazie a questa operazione Omar González è stato “retrocesso” dal ruolo di designated player e rientrato nell’organico standard della rosa californiana. Così Giovani ha potuto prendere il suo posto e fare il salto al di là dell’oceano Atlantico. Al momento, comunque, la linea di attacco villarrealense consta di due soli uomini: Léo Baptistão e Gerard Moreno, ma quest’ultimo, in scadenza fra dodici mesi, avrebbe già rifiutato due offerte di rinnovo e la sua posizione è molto delicata, giacché l’Espanyol si sta interessando alla sua posizione.

 

 

About Mihai Vidroiu 589 Articoli
Mi chiamo Mihai Vidroiu, ma per tutti sono semplicemente Michele, sono cresciuto a Roma, sponda giallorossa. Ho inoltre una passione smodata per il Villarreal, di cui credo di poter definirmi il maggior esperto in Italia, e più in generale per il calcio, oltre ad altri mille interessi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.