Champions League: Malmo e Karabakh steccano, il Bate non chiude la pratica

Champions League Bate Dundalk

Karabakh contro Rudar, questo inedito scontro dà il via al al secondo turno preliminare di Champions League. Finisce a reti bianche al Tofiq Bahramov Stadium, risultato amaro per i padroni di casa, dati per netti favoriti alla vigilia. Il match di andata, iniziato alle 18.30 (ore italiane) vede i montenegrini resistere. Discorso dunque più che aperto in vista del ritorno. Gli azeri l’hanno scorso sono stati eliminati ai play-off dall’Eintracht Francoforte, stavolta rischiano di soccombere dinanzi a un avversario dal blasone nettamente meno scintillante. 151esimi contro 327 del ranking, sulla carta non dovrebbe esserci storia ma la gara di oggi ci ha ricordato che nel calcio tutto è possibile. Finisce zero a zero anche tra Malmo e Zalgiris, pure in questo caso sono i padroni di casa a doversi dispiacere.

Dopo un giugno niente male, i biancoazzurri sono entrati in un tunnel. Gli ultimi tre turni di campionato hanno regalato solo due punti, una miseria, in Champions League Mehmeti e compagni confermano il proprio momento difficile. Nell’undici iniziale anche Yoshimar Yotun, protagonista di una bella Copa America con la maglia del Perù, possesso palla di marca svedese (65% a fine gara) ma questo dato non si traduce in concretezza. Nel finale la squadra di Age Hareide ha l’occasione giusta per sbloccarla, Erdal Rakip però non la sfrutta. Appuntamento in Lituania il prossimo 21 luglio, i 18 volte campioni di Svezia non possono fallire.

Cinque match di Champions League oggi, alle 19.30 ha preso vita quella tra Bate Borisov e Dundalk. Gli irlandesi incassano la seconda sconfitta dall’inizio della stagione, la prima contro i Bohemians nei primi di giugno, gli uomini di Stephen Kenny tuttavia non hanno sfigurato al cospetto di un avversario molto più aspetto. Il Bate si porta avanti dopo dieci minuti, è Karnitskiy a beffare Gary Rogers con un tocco morbido. I Lilywhites però non si scompongono e collezionanio buone occasioni, Chernik fa ottima guardia. Al 32esimo la retroguardia del Bate confeziona un pasticcio, ne approfitta David McMillan. Tutto da rifare per i padroni di casa ma bastano sei giri d’orologio per tornare avanti: Yablonski la piazza all’angolino sinisto con la complicità di una deviazione. Nel secondo tempo il Bate fa di tutto per mettere sotto chiave il passaggio al prossimo turno di Champions League ma Rogers si erge a baluardo. Finisce due a uno per i bielorussi, risultato che lascia il discorso più che aperto. Curiosità: Kenny nel 2003 – quando sedeva sulla panchina del Bohemians – ha sconfitto i bielorussi. La storia si ripeterà?

Champions League, secondo turno preliminare

Karabakh-Rudar 0-0
Malmo-Zalgiris 0-0
Bate-Dundalk 2-1

About Paolo Bardelli 2030 Articoli
Nato ad Arezzo nei meravigliosi anni '80, si innamora prestissimo del calcio e non avendo piedi fini decide di scriverlo. Ha lavorato nella redazione del Guerin Sportivo e per tre anni cura la rubrica "Dalla A alla Z". Numerose collaborazioni nel corso degli anni con testate tra le quali tuttomercatoweb.com, ilsussidiario.net e il mensile Calcio 2000. Nel 2012 insieme ad Alfonso Alfano crea tuttocalcioestero.it. E ne è molto orgoglioso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.