Qual. Euro 2016: bene Olanda e Turchia, Norvegia ferma… al palo!

Qualificazioni Euro 2016 Olanda

Serata all’insegna dei match di qualificazione a Euro 2016. Partiamo dal match disputato alle 18.00 (ore italiane) tra Kazakistan e Turchia. A sistemare la pratica per ci pensa Arda Turan con un destro che conclude la sua corsa all’incrocio dei pali. Risultato prezioso per la squadra di Terim, che comunque ha dovuto faticare un bel po’ contro la Cenerentola del raggruppamento A (solo un punto raccolto dai kazaki fino a qui). Turchia che balza a quota otto, momentaneamente quarta del girone, davanti però c’è ancora l’Olanda. Gli oranje vincono in Lettonia con due reti nella ripresa. Numerose le occasioni per gli olandesi, per sbloccare la gara serve una giravolta in area di Wijnaldum al 67esimo. Quattro giri d’orologio dopo arriva il contropiede concluso da Narsigh a porre la parola “fine” sul match. Nel finale pure una traversa di Snejder, risultato che va stretto all’Olanda. L’Islanda ha battuto la Repubblica Ceca (clicca QUI per la cronaca) e mantiene la testa del girone.

GRUPPO A

Kazakistan-Turchia 0-1
Lettonia-Olanda 0-2
Islanda-Repubblica Ceca 2-1

classifica: Islanda 15, Repubblica Ceca 13, Olanda 10, Turchia 8, Lettonia 3, Kazakistan 1

Il Galles fa un passo deciso verso Euro 2016, battendo il Belgio e allungando in vetta alla classifica (clicca QUI per la cronaca). I Diavoli Rossi restano al palo, sempre secondi del girone B, mentre la Bosnia schianta Israele con un secco tre a uno. Ospiti in vantaggio con Ben Haim sul finire del primo tempo, molto indecisa la difesa di casa in questa occasione. Višća sistema le cose pareggiando dopo pochi secondi e chiudendo il tris nel secondo tempo (primi due gol in nazionale per lui), in mezzo il rigore trasformato da Edin Džeko. Andorra si conferma fanalino di coda del gruppo perdendo contro Cipro. Pochi secondi dopo il fischio d’inizio l’autore di Dossa Junios porta avanti i padroni di casa. Spavento per Cipro, ma dura poco. Ci pensa Nestor Mytidis con una tripletta senza repliche. Il 24enne si conferma bocca da fuoco decisiva per l’undici cipriota.

GRUPPO B

Galles-Belgio 1-0
Bosnia-Israle 3-1
Andorra-Cipro 1-3

classifica: Galles 14, Belgio 11, Israele 9, Cipro 9, Bosnia 8, Andorra 0

Arriviamo al gruppo H, quello dell’Italia. La Bulgaria non sfolgora in quel di Malta, Haber riesce a difendere la sua porta fino al minuto 65. Nel primo tempo Micanski fallisce un penalty. Non sembra proprio la serata giusta per i bulgari, meno male che arriva Popov a sistemare le cose: grandissimo destro al volo che non lascia scampo. Haber riesce a limitare il passivo, la Bulgaria comunque torna a casa con i tre punti e avvicina le prime posizioni. In vetta resta la Croazia, che conserva i due punti di vantaggio sugli azzurri grazie all’uno a uno di Spalato (clicca QUI per la cronaca). Pari a reti bianche tra Norvegia e Azerbaigian. Risultato che fa felici gli uomini di Conte, visto gli scandinavi non riescono ad accorciare la classifica. Norvegia che si mangia le mani per il palo colpito da Hovland nel finale.

GRUPPO H

Malta-Bulgaria 0-1
Norvegia-Azerbaigian 0-0
Croazia-Italia 1-1

classifica: Croazia 14, Italia 12, Norvegia 10, Bulgaria 8, Azerbaigian 4, Malta 1.

About Paolo Bardelli 2030 Articoli
Nato ad Arezzo nei meravigliosi anni '80, si innamora prestissimo del calcio e non avendo piedi fini decide di scriverlo. Ha lavorato nella redazione del Guerin Sportivo e per tre anni cura la rubrica "Dalla A alla Z". Numerose collaborazioni nel corso degli anni con testate tra le quali tuttomercatoweb.com, ilsussidiario.net e il mensile Calcio 2000. Nel 2012 insieme ad Alfonso Alfano crea tuttocalcioestero.it. E ne è molto orgoglioso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.