Il Brisbane Roar strapazza e scaccia il Villarreal dall’Australia

Tano Villarreal Brisbane

Dopo la scoppiettante amichevole contro l’Adelaide United, la spedizione del Villarreal in Australia è continuata in un vortice di rappresentanze e visite turistiche. Giocatori e staff hanno infatti proseguito il soggiorno nell’Australia Meridionale assistendo prima al match di football australiano tra Adelaide Crows e Fremantle Dockers e poi recandosi al Cleland Wildlife Park, il parco nazionale della regione. Una volta spostati nel Queensland il tour è proseguito a Gold Coast e Brisbane, dove oggi il Sottomarino giallo è tornato a calpestare il campo da gioco per l’ultima partita della stagione. Al Lank Park (oggi Suncorp Stadium per motivi di sponsorizzazione) Marcelino e compagni hanno trovato il Brisbane Roar, una delle squadre più prestigiose dell’A-League, detenendo il record d’imbattibilità di 36 gare ed essendo l’unica compagine australiana ad aver vinto il titolo per due anni di seguito dall’avvento del nuovo formato nel 2004. Anche se quest’anno i Black and Orange si sono fermati alle Elimination Finals, una sorta di quarti di finale dei playoff-scudetto, cadendo proprio contro l’Adelaide United, recente avversario del Submarino amarillo.

Nella sfida di commiato nelle terre australiane il Villarreal ha però prestato maggiore attenzione alla granola e ai koala piuttosto che agli avversari. Di fatto, i padroni di casa hanno sbatacchiato il Sommergibile europeo, come meglio non sarebbero riusciti a fare nemmeno in un match di rugby. Sul finire del primo tempo il destro di Clut e il tocco morbido di Solorzano hanno portato sul doppio vantaggio il Brisbane Roar. In virtù della rimonta di qualche giorno prima contro l’Adelaide, Marcelino non si è fatto prendere dal panico inserendo i giocatori più in forma nella seconda parte: Bruno, Chéryshev e Gerard Moreno al fianco di Vietto. Proprio l’attaccante catalano ha avuto, pochi minuti dopo il suo ingresso, la grande chance del pareggio ma la sua conclusione a tu per tu con Young è terminata tra i 55mila sugli spalti. Due giri di lancette più tardi l’occasione di riaprire i giochi l’ha avuta invece el chico Vietto, che prima si guadagna un calcio di rigore e poi lo spreca spedendo sopra la traversa un cucchiaio mal calibrato. A questo punto ci pensa Clut a chiudere il match trasformando un cross di Broich nel definitivo tre a zero che pone fine alla tourneé australiana.

Tabellino:
Brisbane Roar (4-3-3): Young (87’ Chalmers); Hingert, Donagie, Devere (9’ Bowles), Stefanutto (46’ Brown); McKay, Brattan (78’ Hore), Clut (71’ Brady); Borrello (55’ Petratos), Solorzano (87’ D’Agostino), Broich. All. Frans Thijssen.
Villarreal (4-4-2); Juan Carlos (46’ Aitor); Mario, Tano, V. Ruiz (46’ Dorado), Jaume Costa; Rukavina (61’ Bruno), Jonathan dos Santos (46’ Trigueros), Sergio Marcos (72’ Chéryshev), Moi Gómez; Giovani (63’ Gerard Moreno), Vietto. All. Marcelino García Toral.
Reti: 39’, 70’ Clut, 43’ Solorzano.
Arbitro: Ben Williams.

About Mihai Vidroiu 589 Articoli
Mi chiamo Mihai Vidroiu, ma per tutti sono semplicemente Michele, sono cresciuto a Roma, sponda giallorossa. Ho inoltre una passione smodata per il Villarreal, di cui credo di poter definirmi il maggior esperto in Italia, e più in generale per il calcio, oltre ad altri mille interessi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.