Schalke, ufficiale: Di Matteo si è dimesso

Di Matteo Schalke

Da alcuni giorni tirava aria di esonero, alla fine è stato proprio Di Matteo a darci un taglio…

 

Nelle ultime ore le voci circa un imminente esonero (clicca QUI per saperne di più) si sono fatte roventi, il finale della storia è leggermente diverso ma quello che non cambia è la sostanza: Roberto Di Matteo non è più l’allenatore dello Schalke 04. Il tecnico italiano non ha esaltato, soprattutto per quanto riguarda il gioco, definibile meno che mediocre in molti frangenti. Non basta la qualificazione alla prossima Europa League, i numerosi incontri avuti con il general manager Horst Heldt hanno lasciato poca scelta a Di Matteo. I Knappen dunque cambieranno ancora, dopo l’avvicendamento tra Keller e lo stesso Di Matteo dello scorso gennaio.

“Negli ultimi giorni Horst Heldt e io non abbiamo solo discusso degli ultimi sei mesi ma ci siamo soprattutto concentrati sui piani per la nuova stagione. Ho presentato un’idea per il possibile successo del club e le necessarie condizioni necessarie per rendere concreta tale idea. Ma il club ha altre intenzioni: c’è frustrazione dopo la seconda parte della stagione e – dichiara Di Matteose non sussistono le condizioni necessarie per il successo, risulterà difficile garantire un campionato soddisfacente per un club come lo Schalke. Per questo ritengo che ripartire da zero sia meglio per il club”. Sarebbe dunque stato proprio Di Matteo a dire basta, la situazione comunque era già compromessa da tempo. In Champions le migliori cose, per un pelo non è riuscita l’impresa contro il Real agli ottavi, il sesto posto in Bundesliga però è troppo poco.

About Paolo Bardelli 2030 Articoli
Nato ad Arezzo nei meravigliosi anni '80, si innamora prestissimo del calcio e non avendo piedi fini decide di scriverlo. Ha lavorato nella redazione del Guerin Sportivo e per tre anni cura la rubrica "Dalla A alla Z". Numerose collaborazioni nel corso degli anni con testate tra le quali tuttomercatoweb.com, ilsussidiario.net e il mensile Calcio 2000. Nel 2012 insieme ad Alfonso Alfano crea tuttocalcioestero.it. E ne è molto orgoglioso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.