Belgio: Mertens non ce l’ha fatta

belgio

BELGIO . In coma artificiale da lunedì sera, quando era stato vittima di una crisi cardiaca durante una partita tra le riserve del suo Lokeren e quelle del Genk, Gregory Mertens è spirato nella giornata odierna. Il ventiquattrenne difensore belga, nativo di Bruxelles, si era sentito male dopo venti minuti di gioco ed i medici delle due squadre avevano cercato di rianimarlo immediatamente con l’ausilio di un defibrillatore.

La sua situazione era stata definita subito disperata e oggi è arrivata la triste notizia del decesso. Gregory Mertens, in forza al Lokeren dal gennaio 2014, aveva militato anche con le maglie di Cercle Bruges e Anderlercht (nelle giovanili). In questa stagione, oltre alle quattordici apparizioni nella massima divisione belga, aveva disputato anche tre incontri di Europa League (contro Hull CIty, Trabzonspor e Metalist)

In passato, Mertens era stato convocato diverse volte dalle nazionali giovanili del Belgio, siglando anche una rete all’Azerbaigian con l’Under 21 e scendendo in campo nel successo sui pari età dell’Inghilterra (2-1 con rete decisiva per il Belgio siglata da El Kaddouri).

Non appena giunta la notizia del decesso, i connazionali Radja Nainggolan, Dries Mertens e Paul-José Mpoku hanno espresso il loro cordoglio sul social network Twitter, così come società e calciatori di ogni parte del mondo.

About Mattia Rossi 767 Articoli
Ligure, classe 1985, da diverso tempo seguo il calcio francese. Per questioni geografiche e culturali, non potevo far altro che appassionami all'AS Monaco, benchè mi piaccia seguire anche le altre competizioni nazionali (sia professionistiche che amatoriali), in particolar modo la magica Coppa di Francia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.