Marsiglia – Lorient 3-5; OM colabrodo, predatore Ayew

Ayew

Allo Stade Velodrome, l’Olympique Marsiglia viene schiantato sul punteggio di 5-3 dal Lorient nel 34° turno di Ligue 1. Sembra essere definitivamente tramontato il sole sull’impero del Loco, il bielsismo a Marsiglia non ha attecchito come si sperava, i giocatori della Costa Azzurra rischiano di finire fuori da tutte le competizioni europee. Il Merlu, grazie a questa vittoria, raggiunge quota 38 punti scavalcando, almeno per oggi, la terz’ultima posizione.

Il match inizia subito in maniera propositiva, bastano 5 minuti a Thauvin per sfiorare il vantaggio. Il gioiellino dell’OM riceve palla da Gignac e calcia verso la porta, il tiro è piuttosto debole e viene raccolto da Lecomte. Il talento francese all’ottavo minuto ha un’altra grande chance: sugli sviluppi di un calcio d’angolo il pallone scorre sul secondo palo dove Thauvin, per paura di ricevere una testata, impatta malissimo il pallone che esce da due passi.

La risposta degli ospiti è furente; dopo 10 minuti di gioco Jordan Ayew impatta uno splendido pallone al volo con il collo del piede ed abbatte Mandanda per l’1-0 del Lorient. Fischiatissimo l’autore del gol per l’esultanza nonostante i suoi trascorsi marsigliesi. L’OM sembra essere in bambola e gli ospiti ne approfittano: al 14′ Ayew allunga un buon pallone per Bellougou che di testa fa 2-0. E’ notte fonda al Velodrome, la prima contromossa arriva dalla panchina: fuori Dja Djedje dentro Romao. In contropiede il Merlu trova spazi vastissimi ma non riesce a punire con l’ultimo passaggio. Sul finire del primo tempo i padroni di casa si fanno rivedere in avanti, Payet inventa una traiettoria meravigliosa che si sposa per la testa di Gignac inseritosi benissimo sul primo palo, il colpo di testa del francese sfiora il montante.

La ripresa inizia subito con una sorpresa: fuori Thauvin dentro al suo posto Lucas Ocampos. Il neo entrato prova subito a farsi vedere, su un cross basso di Alessandrini si fionda l’argentino che sfiora il pallone sul quale è bravissimo Lecomte a negare il gol ai padroni di casa. Quest’ultimi crescono con il passare dei minuti ed al 58′ su calcio piazzato accorciano le distanze. Ayew, il fratello, si trova il pallone tra i piedi al termine di una mischia in area, il ragazzo ghanese punisce il Lorient a botta sicura, 1-2 ed il match si riapre.

Circa cinque minuti dopo l’OM rischia il bis con un calcio di punizione battuto da Payet, la palla scavalca la barriera e si abbassa in maniera pericolosissima, vola Lecomte e dice di no agli uomini di Bielsa. E’ il preludio al pareggio. Ancora una volta su calcio piazzato. Payet mette in mezzo un ottimo pallone dove Morel, tutto solo, insacca alle spalle del numero 40 del Merlu, è 2-2 all’68’. Neanche il tempo di centrare il pallone e Philippoteaux riporta il Lorient in vantaggio, clamoroso al Velodrome. El Loco schiera in campo Batshuayi ed il talento belga lascia il segno, su un buon lancio di Romao si fionda di testa il calciatore subentrato e non lascia scampo agli avversari, è 3-3 canta tutto il Velodrome.

Non c’è un attimo di riposo, Jordan Ayew si scatena sulla fascia sinistra, supera due uomini, si accentra e fa partire un pallone delizioso che abbatte Mandanda, 4-3 per il Lorient ma che partita! L’OM è chiaramente fuori dal campo e gli ospiti puniscono ancora, all’87’ Autret, subentrato a Jouffre, punta Mandanda e calcia, respinge il portiere ma il pallone resta al francese che da due passi non perdona, 5-3 e partita in ghiaccio. Non c’è più tempo per l’OM, fischia l’arbitro così come tutto il Velodrome, finisce 5-3 per gli ospiti.

About Gianmarco Galli Angeli 210 Articoli
Classe 96. Aspirante giornalista e telecronista, coltiva la sua passione scrivendo per tuttocalcioestero.it. E' un amante sfrenato degli intrecci specie quando a fondersi sono calcio e storia, lato poetico in una vita fatta di prosa.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.