Chelsea-Man Utd 1-0 – Mou (H)azzarda quanto basta: Premier ipotecata

chelsea-man utd 1-0

CHELSEA-MAN UTD 1-0 – Dopo la conquista della League Cup, ottenuta a discapito del Tottenham nella splendida cornice di Wembley, il Mou II è ormai ad un passo dal celebrare la conquista della Premier League. La gara di oggi, d’altronde, era un ultimo appello per il Manchester United di Van Gaal, reduce da alcuni mesi di ottimi risultati dopo un avvio tutt’altro che esaltante: espugnare Stamford Bridge avrebbe consentito ai Red Devils di tenere accesa la fiammella della speranza, anche se accorciare a -5, con una gara in più disputata, non sarebbe stato certamente un evento tale da far pensare seriamente alla conquista del titolo. Conquista del titolo, invece, che è sfumata definitivamente oggi: undici punti di ritardo – con una maledettissima partita in più giocata – quando mancano solo cinque partite alla fine, significa resa. Punto. Ma Van Gaal, nonostante tutto, può ritenersi soddisfatto. Il suo Manchester United ha provato (e fatto) la partita, si è fatto preferire al Chelsea nella prima mezz’ora e per lunghi tratti nella ripresa, confermando la positiva evoluzione degli ultimi mesi.

Certo, ci sono ancora diversi aspetti da migliorare. La fase difensiva, ad esempio: Smalling ha confermato anche oggi i progressi mostrati nelle ultime settimane, ma non può certo essere il leader del reparto arretrato di una squadra che punta a vincere tutto, men che meno con McNair al suo fianco. Ma oggi il Manchester United è una squadra con una filosofia di gioco, in grado di sviluppare la manovra palla a terra quando gli è possibile e di verticalizzare quando, come oggi, le strette maglie della compagine avversarie annullano le linee di passaggio. I Red Devils non sono più, fortunatamente, la squadra messa in campo alla male e peggio dell’era Moyes o quella confusionaria della prima parte di stagione, quand’era ancora alle prese con l’assimilazione dei dettami tattici del vate olandese.

A vincere, però, è stato il Chelsea. E l’ha fatto con l’arma che Mou, spesso, sa usare nel migliore dei modi: la tattica. Un Chelsea fatto davvero ad immagine e somiglianza del proprio tecnico, bravo a chiudere le linee di passaggio, pronto, all’occorrenza, a ricorrere alla palla lunga per sfruttare gli spazi che il Manchester United ha concesso dopo essere andato in svantaggio (emblematico lo splendido lancio lungo di Matic che ha generato, poi, la traversa colta da Hazard) e grintoso con alcuni uomini come Zouma e Azipilcueta, preziosissimi portatori d’acqua autori, oggi, di una partita d’applausi a scena aperta. E come per chiudere un cerchio magico, iniziato oltre un decennio fa, Mourinho strappa la terza Premier della sua carriera schierando in campo Drogba, l’uomo-copertina dei due precedenti titoli. Una scelta obbligata più che voluta, viste le assenze di Diego Costa e Remy, ma il destino, e forse un po’ di giustizia divina, hanno voluto che Didier scendesse in campo. Non è stato sicuramente il migliore l’ivoriano, ma è stato commovente per come ha combattuto e aperto spazi per i compagni di squadra. Ma se questa fosse stata davvero l’ultima grande sfida della strepitosa carriera di Drogba, a quanto pare ormai prossimo dall’annunciare l’addio al calcio, è cosa buona e giusta che nel tabellino di quella che, con ogni probabilità, verrà ricordata come la gara decisiva della Premier 2014/2015, ci sia il suo nome. I dei del calcio, hanno voluto così. E loro, si sa, difficilmente sbagliano.

IL FILM DI CHELSEA-MANCHESTER UNITED 1-0

3′ – CLAMOROSA PALLA GOL PER LO UNITED: Shaw entra in area dal lato sinistro e mette una palla a rimorchio per Rooney, che calcia da posizione particolarmente favorevole e coglie la parte esterna della porta dando l’illusione ottica del goal.

7′ – Primo squillo del Chelsea: Hazard serve nello spazio Fabregas, che s’inserisce in area di rigore, viene limitato dalla marcatura di Smalling e guadagna solo un calcio d’angolo.

12′ – Conclusione dai 25 mt. di McNair, palla che esce di poco a lato  a causa della deviazione di Zouma

35′ – Lungo spiovente di Oscar dalla destra in direzione di Hazard; De Gea esce leggermente fuori dall’area e respinge col braccio. L’arbitro non se ne avvede e non concede il calcio di punizione ai Blues.

37′ – CHELSEA IN VANTAGGIO!!! I Blues recuperano palla a metà campo e la consegnano a Oscar, autore di un fantastico tacco smarcante per l’inserimento in area di Hazard, che batte De Gea sotto le gambe e fa esplodere di gioia Stamford Bridge

41 ‘- Storie tese fra Falcao e Terry, divisi provvidenzialmente da Azpilicueta; l’arbitro richiama i due, ma non estrae alcun cartellino

44′ – Rooney prova a servire Falcao, bloccato dall’uscita provvidenziale di Courtois.

53′ – TRAVERSA DEL CHELSEA! Apertura errata di Herrera che innesca il rapido rilancio di Matic in direzione di Drogba; l’ivoriano, nel tentativo di superare De Gea in uscita disperata, s’inventa un involontario pallonetto-assist per Hazard, che s’avventa in mezza acrobazia e colpisce la traversa.

60′ – Tremenda botta di McNair dal limite dell’area, Courtois respinge, Cahill, poi,  spazza evitando che la sfera giunga a Fellaini, pronto per il tap-in vincente

66′ – Conclusione mancina di Falcao da fuori area, Courtois vola e devia in corner la conclusione dell’ex compagno di squadra ai tempi dell’Atletico Madrid

72′ – Aziplicueta scende sulla sinistra e mette una palla a rimorchio per Hazard, che calcia in precario equilibrio e trova la pronta respinta di De Gea.

76′ – FALCAO COLPISCE IL PALO! Shaw mette una splendida palla per El Tigre, che entra in area, scocca un potente sinistro e trova la parte esterna del palo a Courtois battuto.

94’ – Brivido in area di rigore Blues: Herrera allarga la gamba, trova il contatto con Cahill e reclama la concessione di un penalty; l’arbitro, però, ammonisce giustamente il basco per simulazione.

 

IL TABELLINO E LE PAGELLE  DI CHELSEA-MANCHESTER UNITED 1-0

CHELSEA (4-2-3-1) Courtois 7; Ivanovic 5,5, Cahill 6,5, Terry 6, Azpilicueta 7; Zouma 6,5, Matic 6,5; Oscar 6,5 (Ramires 67′ S.V.), Fabregas 5,5 (Mikel 92′ s.v.), Hazard 7; Drogba 6

MANCHESTER UNITED (4-1-4-1) De Gea 5,5; Valencia 5,5, Smalling 6, McNair 6, Shaw 6,5 (80′ Blackett s.v.); Herrera 5;  Mata 6 (Januzai 70’s.v.), Young 6 (Di Maria 70′ 6),Rooney 5,5 Fellaini 5; Falcao 6

AMMONITI: Drogba (C) 52′, Ivanovic (C) 57′, Oscar  (C) 62′, Herrera (M) 95′

MARCATORI: Hazard (C) 37′

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.