Libertadores: agli ottavi uno storico Boca Jrs – River Plate

libertadores

Sarà “Superclasico” agli ottavi. In versione Libertadores, Boca Juniors e River Plate si incontreranno molto prima del previsto, già dagli ottavi, in un super derby argentino in salsa continentale. Derby nato da uno sciagurato cammino del River, arrivato secondo nel girone e classificatosi come peggiore squadra seconda classificata. Boca Juniors invece qualificata come migliore prima classificata, ancora vincente, nella notte, contro il Palestino. Sei su sei per gli xeneizes, con il due a zero casalingo sui cileni, che invece escono di scena, al contrario degli uruguaiani del Wanderers che si sono imposti in Venezuela per tre a zero contro i padroni di casa del Zamora.Grandissima super sfida allora, vista centinaia di volte ma quasi inedita in queste vesti, l’ultima si giocò undici anni fa, che vedrà l’andata al Monumental e il ritorno alla Bombonera.

Chi soffre oltre ogni aspettativa è il San Lorenzo, campione in carica, che non è andato oltre il pareggio contro il Corinthians all’ “Arena”, giocando comunque una buona partita sul campo nemico. Ancora terzo ad una partita dal termine, il “Ciclon” dovrà vincere in casa contro il fanalino di coda Danubio per 4 a 0 e dovrà stare con l’orecchio alla radio, sperando nel pareggio tra Sao Paolo e Corinthians. Infine, nel gruppo 4 ancora da stabilire chi sarà a qualificarsi sia come prima che come seconda. In lizza ancora Internacional, The Strongest ed Emelec. Internacional che nella notte ha spazzato via gli ultimi sogni di gloria dei cileni della U de Chile, sconfitti sul proprio terreno per 4 a 0.

Le partite della notte hanno visto un grande susseguirsi di emozioni già alla Bombonera, dove il Boca si è imposto sui sempre ostici cileni del Palestino solo nei minuti finali, dopo un primo tempo brutto e sofferto e un secondo tempo più incisivo e convinto, con la testa che andava già al Superclasico. Boca che è apparso intimorito da questa idea, quasi come volesse lasciare strada ai cileni e non volere la vittoria fino in fondo, ma argentini che invece hanno onorato la competizione e hanno rispettato gli avversari, in campo e non. Vittoria e Superclasico allora. I gol sono stati messi a segno da Marin al ’81 e da Calleri al ’92. Nell’altra sfida del gruppo 5, vittoria strameritata degli uruguaiani del Wanderers che si sono liberati dei venezuelani del Zamora, che hanno chiuso il girone a zero punti, con tre reti fatte e ventuno subite. Wanderers che passa il turno grazie alla vittoria e alla contemporanea sconfitta del Palestino. I gol di Santos al ’34, di Albarracin al ’64 e di Rodriguez al ’88.

Come detto invece ancora tutto da decidere nel girone 2, dove l’equilibratissimo match tra San Lorenzo e Corinthians si è chiuso in parità assoluta senza reti, come da previsioni. Il Sao Paolo vincendo nella notte di mercoledì in Uruguay col Danubio, ultimo a zero punti, si è portato in seconda posizione. Adesso solo un miracolo sportivo potrà salvare gli argentini. Nel gruppo 4 invece, l’Internacional ha messo in mostra tutti i suoi gioielli, liberandosi agilmente dei cileni de l’Universidad de Chile e di fatto, mandandoli a casa. Quattro reti dei brasiliani in Cile, con la doppietta di Nilmar, il gol di Eduardo Sasha e Valdivia. Brasiliani che dopo mezzora era già sopra di tre. Anche un rigore sbagliato da D’Alessandro proprio sul tre a zero. Adesso, Internacional a dieci punti, The Strongest a 9 dopo la vittoria sull’Emelec per uno a zero ed ecuadoregni a quota sette. Ma nel frattempo tutti già pensano soltanto al “Superclasico” d’Argentina agli ottavi di finale.

COPY CODE SNIPPET
About Michele Stefanelli 58 Articoli
Laureato in media e giornalismo a firenze. Giornalista, corrispondente e scrittore, passione per il calcio, esperto di calcio argentino e calciomercato.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.