CONCACAF Champions League, Alajuelense-Montreal 4-2: i Canadesi soffrono ma raggiungono la finale

Continua la cavalcata verso la finale della CONCACAF Champions League, che stanotte ha visto finalmente uscire il nome della prima finalista dell’edizione di quest’anno, ovvero i Canadesi del Montreal Impact, che perdono 4-2 ma riescono a passare il turno grazie alla preziosa regola del gol in trasferta.

Una partita molto attesa dai padroni di casa, che, pur partendo da una situazione di svantaggio a causa del 2-0 dell’andata (clicca qui per rivivere le emozioni del match), scendono in campo convinti dei propri mezzi e pronti a compiere la grande impresa. Con l’Estadio Alejandro Morera Soto praticamente sul punto di esplodere, ovviamente la partita inizia sotto il segno della truppa Costaricana, la quale sfiora la rete del vantaggio per due volte nel corso dei primi 10 minuti di gioco: prima ci prova Johan Venegas Ulloa con una bella conclusione da fuori area che termina a lato di un soffio, mentre l’occasione più ghiotta è quella di Armando Alonso, che prova ad approfittare di un calcio di punizione battuto rapidamente da un compagno, ma è sfortunato nel rimpallo con il portiere in uscita, il quale permette a Bakary Soumare di allontanare il pallone quasi sulla linea di porta. Il pressing dei padroni di casa aumenta minuto dopo minuto, con Pablo Gabas che impegna il portiere avversario Evan Bush su punizione, ma a colpire (a sorpresa) sono gli ospiti al primo vero affondo: l’autore del gol è Jack McInermey, bravo nel finalizzare al meglio un ottimo cross di Oduro.

Pablo Gabas
Pablo Gabas, autore di una doppietta (inutile) nel match contro il Montreal Impact. Fonte foto: everardoherrera.com

Nell’intervallo mister Oscar Ramírez Hernández, nonostante i tre gol di svantaggio, carica a molla i suoi, che nella ripresa scendono in campo con lo stesso piglio dei primi quarantacinque minuti e trovano il gol del pari dopo appena un giro di lancette, quando Pablo Gabas infila il pallone in fondo al sacco con un bolide mancino su punizione. La reazione dei Canadesi è affidata ai piedi di Ignacio Piatti (decisivo nel match d’andata), che impegna il portiere avversario Dexter Lewis Bonilla con un tiro rasoterra sul primo palo. Ma la furia costaricana non si placa e al 60esimo arriva il tanto agognato sorpasso ancora con Pablo Gabas (vero MVP di questa partita), che batte il portiere avversario per la seconda volta con un bel piattone sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Il secondo gol anima ancora di più i rossoneri, che sfiorano il clamoroso tris ancora con Gabas, il quale sfiora la tripletta con un altro missile mancino dalla lunga distanza, che si spegne di poco alto sopra la traversa. Il Montreal, però, ha una veste terribilmente cinica e al secondo vero affondo trova addirittura la seconda rete, che zittisce definitivamente tutto il pubblico presente all’Estadio Alejandro Morera Soto: il colpo del KO porta la firma di Andres Romero, il quale raccoglie un bel passaggio di Oduro, mette a sedere il portiere ed un difensore e poi infila il pallone in fondo al sacco a porta praticamente sguarnita. Nel finale, Allen Guevara prova a rianimare tutti con il gol del 3-2, dove è bravo a battere il portiere avversario con un piattone mancino, ma il quarto gol arriva troppo tardi per sperare in una clamorosa rimonta, infatti Jonathan McDonald trova il sette con una precisa conclusione dal limite, che però si rivela inutile ai fini della qualificazione.

Una sconfitta indolore per il Montreal Impact, che scrive la storia non solo del proprio club ma di tutto il calcio canadese, che per la prima volta riesce a classificare una squadra nella finale della massima competizione del Nord America. Tanto cuore, invece, per l’Alajuelense che esce dalla competizione a testa altissima, anche se la prestazione nella gara di andata grida ancora vendetta.

Alajuelense (CRC)-Montreal Impact (Can) 4-2 (2 Gabas, Guevara, McDonald; McInermey, Romero)

ALAJUELENSE: Lewis, Acosta, Gutierrez, Lopes, Matarrita, Gabas, A.Rodriguez (67′ Guevara), Calvo (58′ Ortiz), Alonso (81′ Sanchez), McDonald, Venegas. A disp: Quesada, Palma, Salvatierra, O.Rodriguez. All: Oscar Ramírez Hernández.

MONTREAL: Bush, Ciman, Toia, Soumare, Cabrera, Oduro (82′ Tissot), Piatti, Duka (62′ Romero), Coker, Mallace, McInermey (70′ Bernier). A disp: Smits, Camara, Lefèvre, Jackson-Hamel. All: Frank Klopas.

Fonte foto: MLSSoccer.com

About Marco Pantaleo 251 Articoli
Appassionato di ogni genere di sport (calcio e basket in primis), è un grande esperto del "calcio minore". Che sia la Copa Libertadores o la terza divisione danese poco importa, in qualunque campo rotola un pallone e ci sono 22 uomini c'è sempre una storia da raccontare.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.