Premier League – Gunners sul velluto nel derby: Ideye lancia il WBA, crolla il Sunderland

Il pomeriggio di Premier League regala la convincente vittoria dell’Arsenal, che stapazza all’Emirates il West Ham: sugli altri campi da registrare la vittoria di misura del WBA sullo Stoke e il tracollo interno del Sunderland per mano dell’Aston Villa, pari a reti bianche tra Leicester e Hull City. Ma vediamo tutte le gare odierne nel dettaglio:

LEICESTER – HULL CITY 0-0

Al King Power Stadium Foxes e Tigers si equivalgono, la gara termina con uno scialbo pareggio che accontenta per lo più gli ospiti: rimandato l’appuntamento con la vittoria per i ragazzi di Pearson, in 11 contro 10 negli ultimi 20 minuti per l’espulsione di Huddlestone, che rimangono il fanalino di coda della Premier a -7 dal Sunderland quartultimo. D’altro canto, i ragazzi di Steve Bruce muovono la classifica e si portano a quota 28, in una situazione decisamente meno critica rispetto ad un mese fa.

WBA – STOKE 1-0 (19′ Ideye)

Il solito incorreggibile Toni Pulis: il WBA vola, nonostante l’eliminazione di FA Cup di settimana scorsa, e la salvezza è ormai quasi in tasca. Grazie ai 3 punti conquistati oggi sono 10 le lunghezze dal Burnley terzultimo, e altre quattro le squadre tra i Baggies e la zona retrocessione. Decide il solito Ideye, rigenerato dalla cura Pulis, al quinto gol nelle ultime otto uscite. Si conclude così la striscia di tre successi consecutivi dei Potters, forti di un tranquillissimo ottavo posto che da l’opportunità ai “vasai” di strizzare ancora un’occhio all’Europa League.

SUNDERLAND – ASTON VILLA 0-4 (16′, 44′ Benteke, 18′, 37′ Agbonlahor)

Il risultato di gran lunga più sorprendente di giornata lo regala lo Stadium of Light, dove il Sunderland subisce quattro gol nel primo tempo da uno dei peggiori attacchi del campionato, scatenando furia e contestazioni di ampie frange di pubblico, che lasciano lo stadio senza nemmeno aspettare la fine della prima frazione di gioco. Villans sul velluto, a segno con Agbonlahor e Benteke, entrambi autori di una doppietta: la cura Sherwood finalmente sta dando i suoi frutti, con i 3 punti odierni scavalcati proprio i Black Cats a quota 28 punti, finalmente si respira. Per gli uomini di Poyet la situazione resta critica, sono 3 i punti dal Burnley, in campo con il Manchester City nel match delle 18,30, e dopo la batosta odierna la panchina del tecnico uruguaiano non è più salda come un tempo.

ARSENAL – WEST HAM 3-0 (45′ Giroud, 81′ Ramsey, 84′ Flamini)

Concludiamo la rassegna odierna con il derby londinese a senso unico tra Gunners ed Hammers: i ragazzi di Wenger ottengono l’ottava vittoria nelle ultime nove uscite e consolidano il terzo posto tanto da insidiare a -1 il Manchester City, impegnato nella trasferta di Burnley. Match a senso unico, apre le marcature Giroud a fine primo tempo (al suo quinto gol inaltrettante gare contro i rivali cittadini, sue vittime preferite), arrotondano il risultato nella ripresa i sigilli di Ramsey e Flamini (al primo pallone toccato della sua partita). Volano i Gunners, che si presentano al meglio alla sfida europea con il Monaco in cui dovranno recuperare il 3-1 interno nel difficile campo del Principato. Tutt’altro discorso per gli uomini di Allardyce, che nelle ultime 12 gare hanno soltanto una volta portato a casa il bottino pieno. I sogni europei stanno definitivamente scemando, resta da concludere nel modo più dignitoso possibile una stagione che si è rivelata in fin dei conti più che positiva.

 

About Andrea Gatti 567 Articoli
24 anni, appassionato di sport a tutto tondo (football americano, basket, golf e ovviamente calcio), letteratura, film e auto. Dopo aver conseguito la maturità linguistica, lavoro attualmente per una multinazionale metalmeccanica, mi occupo di calcio estero per passione ed amore per il rettangolo verde.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.