Manchester United-Arsenal 1-2: la vendetta di Danny, Gunners in semifinale

Manchester United Arsenal

Ancora tu ma non dovevamo non rivederci più? La parole  di Lucio Battisti (scorrete fino in fondo per rinfrescarvi la memoria) riassumono alla perfezione i pensieri del Manchester United stasera. 142 presenze e 29 gol nel corso di cinque stagioni da Diavolo Rosso (nel mezzo la parentesi Sunderland), Danny Welbeck si è trovato davanti il suo passato e non ha avuto pietà. Questo è l’epilogo di questo quarto di FA Cup, partiamo dall’inizio. Van Gaal affronta questo impegno privo di Van Persie, fermo ai box per infortunio, solo panchina per Falcao e peso dell’attacco sulle spalle di Rooney. L’Arsenal ha dalla sua un Sanchez in serata di grazia e questo sembra bastare visto che dopo venticinque minuti arriva il primo gol del match. Oxlade-Chamberlain semina scompiglio, difesa dei Red Devils in imbarazzo, soprattutto Valencia, palla che arriva a Monreal e poi nel sacco. Van Gaal non ci sta e in suoi reagiscono bene, appena quattro minuti ed ecco il pari. Ci pensa Rooney, in avvitamento sul bel suggerimento firmato Di Maria. Il primo tempo di Manchster United-Arsenal si chiude in parità.

Non un grande divertimento in avvio di ripresa, Oxlade Chamberlain – che nel primo tempo ha fatto vedere i sorci verdi a Shaw – è costretto a lasciare il campo per guai fisici. Poco male per l’Arsenal, tanto c’è Danny. E c’è pure Valencia, uomo in più dei Gunners stasera. E’ da un retropassaggio suicida dell’ecuadoriano che la sfera giunge sui piedi di Welbeck, che evita l’uscita disperata di De Gea e mette in rete con il destro. Siamo sul due a uno ora, il Manchester United non riesce a replicare la reazione vista nella prima frazione e si arrotola su se stesso. Arsenal tranquillo, Diavoli sempre più nervosi. Di Maria prende due gialli nel giro di pochi secondi, roba imperdonabile per un giocatore della sua esperienza, i padroni di casa si trovano ad affrontare l’ultimo quarto d’ora in dieci e sotto di una rete.

Lo United continua a far confusione, Arsenal che va vicino al tris prima del triplice fischio e conquista la semifinale di FA Cup con merito. I Gunners hanno giocato bene, il volenteroso Fellaini e il solito Rooney non sono bastati a salvare i Diavoli. Attenti agli ex, sono pericolosi in queste notti di coppa.

About Paolo Bardelli 2030 Articoli
Nato ad Arezzo nei meravigliosi anni '80, si innamora prestissimo del calcio e non avendo piedi fini decide di scriverlo. Ha lavorato nella redazione del Guerin Sportivo e per tre anni cura la rubrica "Dalla A alla Z". Numerose collaborazioni nel corso degli anni con testate tra le quali tuttomercatoweb.com, ilsussidiario.net e il mensile Calcio 2000. Nel 2012 insieme ad Alfonso Alfano crea tuttocalcioestero.it. E ne è molto orgoglioso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.