Lille, da Rudi Garcia a Renè Girard: i sogni del passato e le sfide di domani

Lille Rudi Garcia Hazard

La tranquilla città di Lille, una delle più belle e affascinanti della Francia è abitata da circa 230.000 abitanti e in comune hanno un piccolo grande amore: il LOSC Lille. Una squadra che, nonostante i ricchissimi Psg e Monaco e l’avanzata di Marsiglia e Lione, è riuscita a portarsi a casa diverse soddisfazioni. Le cose si mettono bene nelle stagioni 2001/2002 e 2005/2006, due annate che hanno portato la qualificazione in Champions League.

Nel 2004-2005 il Lille è arrivato secondo in campionato, alle spalle del Lione, conquistando inoltre la Coppa Intertoto. Il 2 novembre 2005 è arrivato uno dei risultati più importanti della storia del club: , la vittoria contro il Manchester United durante la fase a gironi di Champions. In quel gruppo il Lille è giunto terzo, ottenendo così l’accesso alla Coppa Uefa 2005/2006, proprio a scapito del Manchester United, quarto classificato. Il cammino dei francesi nella competizione europea si è interrotto ai quarti di finale, quando è stato eliminato dal Siviglia, poi vincitore del trofeo.

Al termine della Ligue 1 2005/2006 il Lille si è piazzato al terzo posto alle spalle del Lione e del Bordeaux, pur avendo sconfitto il Lione campione sia all’andata in trasferta (3-1) che al ritorno (4-0) e il Bordeaux. Eliminando i macedoni del Rabotnicki nel terzo turno preliminare della Champions League 2006-2007, per il secondo anno consecutivo il club francese ha guadagnato l’accesso alla fase a gironi della massima competizione calcistica europea. Nell’ultima partita del girone, battendo il Milan già qualificato per 2-0 a San Siro, il Lille ha centrato  una storica qualificazione agli ottavi di finale, dove è stata eliminata dal Manchester United. Nella stagione 2009/2010 c’è L’Europa League, eliminazione per mano del Liverpool (bestia nera dei francesi).

Il 14 maggio 2011 il Lille vince la sua sesta Coppa di Francia battendo in finale il Paris Saint-Germain. Il 21 dello stesso mese piazza in bacheca anche la sua terza Ligue 1 con una giornata d’anticipo, pareggiando 2-2 contro i parigini. Quella guidata da Rudi Garcia era davvero una grande squadra; in campo vi erano calciatori poco conosciuti ma che, come possiamo ammirare oggi, hanno mantenuto le promesse diventando calciatori di livello mondiale. Da Gervinho a Hazard, passando per i gol di Sow e la quantità del centrocampo composto da Balmont (ancora oggi calciatore del Lille), Mavuba e Pedretti.

Bei tempi quelli, purtroppo oggi i tifosi, alle prese con una stagione non esaltante, devono accontentarsi dei ricordi. La squadra attualmente guidata da Renè Girard (colui che portò il Montpellier al suo primo titolo di Francia), ha iniziato male la stagione ed è al nono posto in classifica a meno otto dalla zona Europa League e a quindici punti dalla zona Champions. La stagione è lunga e sarà molto difficile centrale l’Europa ma, come dice un noto giornalista di Sky Sport: “Il calcio è strano Beppe…”.

About Gerardo Guariglia 32 Articoli
Nato ad Agropoli e cresciuto a Santa Maria di Castellabate, ho una grande passione per il calcio. Non ho avuto esperienze con quotidiani noti o riviste, ma gestisco alcune pagine su Facebook. Mi piace seguire tutti i campionati, in particolare Premier League, Bundesliga, Liga, Ligue 1 e Eredivisie. Mi piace collezionare souvenir sul calcio, maglie, libri e tante altre cose.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.