Copa America 2015: oltre a Brasile e Argentina c’è di più…

Copa America 2015 Cile

Sudamerica, terra di grande tradizione calcistica, un continente – al pari dell’Europa – ricco di nazionali d’alto profilo. Sarebbe scontato parlare di Brasile e Argentina, visto che sono le squadre più blasonate della zona. Sono numerose le compagini di tutto rispetto. C’è il Perù di Vargas, Guerrero, Pizarro e Zambrano; il cinico Cile, che presenta calciatori del calibro di Vargas, Sanchez, Vidal e Medel; la Colombia, tornata grande negli ultimi anni con Falcao, Rodriguez, Cuadrado, Ibarbo, Quintero, Bacca; l’Ecuador di Enner Valencia e Caicedo. Occhio pure al Venezuela di Josef Martinez e Vizcarondo; al Paraguay catenacciaro – lo ricordiamo nella Copa America 2011, giocata con 11 uomini dietro la palla – che gode di calciatori come Barreto, Valdez, Barrios; la poco quotata – ma comunque fastidiosa – Bolivia di Marcelo Moreno. Concludiamo con l’Uruguay, campione del Sudamerica, che sfoggia un attacco che poco ha da invidiare a Brasile e Argentina: il duo Cavani-Suarez non solo è tra i migliori del continente, ma fa la voce grossa a livello mondiale.

La più grande competizione continentale è la Copa America, la squadra detentrice del trofeo è – come già accennato – l’Uruguay e si tratta anche la squadra con più titoli del Sudamerica (15, seguito dai 14 dell’Argentina e dal Brasile a quota 8). A livello di campionati mondiali, il Brasile è ovviamente la selezione con il maggior numero di successi (ben cinque). L’Europa può vantare un numero maggiore di vincitrici iridate (Italia, Germania, Francia, Inghilterra e Spagna sono le nazionali che sono state sul tetto del mondo) mentre il Sudamerica, come detto, si fa forte dei cinque titoli verdeoro e dei due titoli di Argentina e Uruguay.

Il Sudamerica avanza e non ci vorrà molto a vedere squadre come Cile e Colombia dominare sulla scena continentale e, perché no, pure quella mondiale. Uruguay, Brasile e Argentina ci sono sempre state e sempre ci saranno, sta alla talentuosa generazione della Colombia entrare nella storia e al Cile di Sanchez & co. dimostrare che c’è spazio anche per la Roja. Scherzo del destino, l’occasione per dimostrare il proprio valore sarà tra tre mesi, proprio in Cile, Copa America 2015. Spettacolo garantito.

About Gerardo Guariglia 32 Articoli
Nato ad Agropoli e cresciuto a Santa Maria di Castellabate, ho una grande passione per il calcio. Non ho avuto esperienze con quotidiani noti o riviste, ma gestisco alcune pagine su Facebook. Mi piace seguire tutti i campionati, in particolare Premier League, Bundesliga, Liga, Ligue 1 e Eredivisie. Mi piace collezionare souvenir sul calcio, maglie, libri e tante altre cose.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.