Premier League – Ok Swansea e Stoke, Berahino castiga i Saints: Villans a picco

Il sabato di Premier League, oltre ai successi di Crystal Palace e Manchester United su West Ham e Sunderland, regala ben pochi gol (solo 4 in altrettanti match) e 4 vittorie, tre casalinghe ed una esterna: lo Swansea si imponesul Burnley, vincono il Newcastle e lo Stoke City rispettivamente su Aston Villa e Hull, crolla il Southampton nelle Midlands e mostra per l’ennesima occasione tutti i suoi limiti offensivi.

BURNLEY – SWANSEA 0-1 (64′ aut. Trippier)

I gallesi sbancano Turf Moor e balzano all’ottavo posto in classifica: decisiva un’autorete del terzino Trippier a metà della ripresa, che prolunga a 13 la serie di partite senza una vittoria per gli uomini di Dyche, che raggiungono il QPR come peggior difesa della Premier con 45 reti subite. Arrembanti e mai domi i Clarets, che vanno vicino al vantaggio nel primo tempo con Barnes, nell’occhio del ciclone dopo l’intervento killer di settimana scorsa su Matic. Nella ripresa meglio gli Swans, che mantengono la leadership fino al fischio finale tornando in Galles con 3 punti per continuare a sperare nel sogno europeo.

WEST BROMWICH – SOUTHAMPTON 1-0 (2′ Berahino)

Nonsi ferma la crisi del Southampton, che dopo la sconfitta interna con il Liverpool esce a mani vuote anche dal The Hawthorns. Decide il 17esimo gol stagionale di Saido Berahino, sempre più trascinatore dei Baggies ora a distanza di sicurezza dalla zona retrocessione. Male gli uomini di Koeman, in difficoltà soprattutto offensivamente, dove Tadic non è più il fantasista visto ad inizio stagione, mentre Pellé appare stanco e macchinoso: proprio l’attaccante salentino sbaglia la più grande occasione ospite non convertendo da due passi un cross di Bertrand. I Saints sono ora quinti in attesa di Tottenham e Liverpool, ma con un così magro bottino offensivo l’obiettivo Champions si allontana sempre più.

STOKE – HULL 1-0 (71′ Crouch)

Vittoria importante per i Potters che tra le mura amiche si impongono sull’Hull City col vento in poppa dopo le ultime prestazioni che hanno risollevato una posizione classifica fino a qualche settimana fa molto preoccupante. I Potters sfruttano la totale sterilità dell’attacco ospite e puniscono i Tigers grazie a Peter Crouch (a segno dopo un solo minuto dal suo ingresso in campo) che incorna un cross di Charlie Adam (subentrato nell’intervallo ad Ireland).

NEWCASTLE – ASTON VILLA 1-0 (37′ Cissé)

Concludiamo la rassegna odierna con la quarta vittoria di misura del pomeriggio: il Newcastle approfitta della crisi nera dell’Aston Villa, per niente rigenerato dal cambio alla guida tecnica, tornando alla vittoria al’St. James’s Park dopo la batosta della scorsa settimana sul campo del Manchester City. Il sigillo, l’undicesimo stagionale, di Papiss Cissé regala al manager John Carver la prima vittoria casalinga della sua gestione, consentendo ai Magpies di stanziare tranquillamente a metà classifica. Diversa la situazione della squadra di Birmingham, tristemente relegata al penultimo posto in compagnia di QPR e Burnley.

About Andrea Gatti 567 Articoli
24 anni, appassionato di sport a tutto tondo (football americano, basket, golf e ovviamente calcio), letteratura, film e auto. Dopo aver conseguito la maturità linguistica, lavoro attualmente per una multinazionale metalmeccanica, mi occupo di calcio estero per passione ed amore per il rettangolo verde.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.