Everton-Liverpool 0-0 – Un punto per uno, non fa felice nessuno

everton-liverpool 0-0

EVERTON-LIVERPOOL 0-0 – Al Goodison Park Everton e Liverpool, due grandi delusioni di questa stagione, si affrontano in quello che sarà con ogni probabilità l’ultimo Derby della Mersey per Gerrard, a meno di eventuali incroci in Europa League. L’Everton di Martinez, privo di parecchi titolari si schiera con il 4-2-3-1 con Joel in porta, difesa a 4 composta da destra verso sinistra da Coleman, Stones, Jagielka e Oviedo, mediana composta da Barry e McCarthy, trequarti composta da destra verso sinistra da Besic, Naismith e Mirallas, Lukaku unica punta. Il Liverpool di Rodgers si schiera con il 3-4-2-1 con Mignolet in porta, in difesa Can, Skrtel e Sakho, centrocampo composto da Ibe, Leiva, Henderson e Moreno, trequarti con Gerrard e Coutinho, Sterling schierato da punta o falso nueve se preferite. Arbitro mr. Taylor.

PRIMO TEMPO – Partono meglio i Reds che all’8′ minuto hanno la prima occasione della partita con Sterling che su un’uscita all’avventura di Joel in area, non trova la porta da posizione defilata. Due minuti dopo un calcio piazzato di Steven Gerrard costringe Joel alla respinta in corner. I Reds fanno la partita, mentre i Toffees giocano più di attesa. Al 16′ si fa male Lucas Leiva e Rodgers effettua il primo cambio sostituendolo con Allen. Un minuto dopo il Liverpool ha un’occasione clamorosa con il giovane deb Ibe, che si avventa su un cross sporco di Sterling con Joel prodigioso nel salvare in corner. Al 26′ è ancora Ibe a rendersi pericoloso, con un bello spunto sulla destra conclusosi con un grandioso destro dalla distanza che si stampa sul palo lontano. Al 36′ ci provano ancora i Reds, ma il destro a giro di Coutinho quasi dal limite dell’area è lento e Joel blocca agevolmente. É l’ultima occasione del primo tempo.

SECONDO TEMPO – La ripresa inizia con gli stessi uomini che hanno concluso la prima frazione.La prima occasione della ripresa è per L’Everton al 48 con una punizione di Mirallas che però si spegne a lato. Al 52′ Sterling, imbeccato da Coutinho sulla destra, tenta la conclusione da posizione defilata, ma Joel blocca. Due minuti dopo sugli sviluppi di un corner generato da un tirocross di Sterling, Gerrard va vicino al gol con una rovesciata che Naismith devia in corner. Al 55′ Rodgers toglie un Coutinho acciaccato ed inserisce la punta di ruolo, Sturridge, con Sterling che si sposta sul centrosinistra. Al 60′ arriva il debutto di Lennon in maglia Toffees, ad uscire è Mirallas. Al 70′ al termine di un azione confusa Moreno carica il sinistro dal limite dell’area, sparando alto. Al 77′ si fa “rivedere” per quel poco che si è visto L’Everton, con un tiro distanza velleitario di Lennon. All’8′ Rodgers getta nella mischia Rickie Lambert al posto di Sterling, per avere un quid in più sulle palle alte.

All’ 85′ Martinez si gioca le sue ultime sostituzioni, dentro Barkley al posto di Naismith ed Alcaraz al posto di Besic. All’ 87′ l’Everton tira per la prima volta in porta e va vicino al bersaglio grosso. Apertura geniale del neoentrato Barkley per Coleman sulla destra, il terzino irlandese controlla e calcia, il tiro, deviato da Sakho, viene respinto da Mignolet in corner. Un minuto dopo sono i Reds a provarci, con un tiro a giro dal limite di Gerrard, che si spegne a lato di poco. È l’ultima occasione del match. Un match non particolarmente esaltante sotto il profilo tecnico, che ha visto il Liverpool giocare meglio di un Everton che prima dell’ingresso tardivo di Barkley (inspiegabile la sua esclusione) si era limitato a subire l’iniziativa degli avversari. Un pareggio che non fa sorridere nessuno e che conferma i limiti di entrambe le squadre.

About Emilio Scibona 83 Articoli
Laureato in Storia, proiettato nell'attualità, intossicato dal presente e incuriosito dal futuro. Appassionato di calcio, esaltato dal basket, catturato dal rombo di motore della Formula 1. Rimpiango i tempi che furono ma credo comunque nel domani.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.