Premier League: Eagles corsare a Leicester, Saints all’ultimo respiro

Nel tabellone spiccano i derby delle città di Londra e Liverpool, ma la 24esima giornata di Premier League regala anche interessanti sfide sia in chiave salvezza che per un posto nell’Europa che conta. Nelle gare pomeridiane soltanto 4 gol, nessuna vittoria casalinga: vediamo come è andata nel dettaglio.

LEICESTER – CRYSTAL PALACE 0-1 (55′ Ledley)
La cura Alan Pardew sta dando effetti immediati: il Crystal Palace non fallisce l’appuntamento al King Power Stadium e affonda a domicilio un Leicester sempre più fanalino di coda. Decide un colpo di testa del centrocampista gallese Joe Ledley ad inizio ripresa, le Eagles vincono così la terza partita delle 4 con Pardew da manager e rimangono imbattute lontano da Selhrust Park, costruendo un solido margine della zona retrocessione. Diverso il discorso per le Foxes, che con una vittoria avrebbero scavalcato il QPR al penultimo posto: per i ragazzi di Pearson la Champioship è sempre più vicina.
QPR – SOUTHAMPTON 0-1 (93′ Mané)
Il match di Loftus Road sembrava destinato ad uno scialbo 0-0, Saints ancora bloccati dopo il brusco stop casalingo con lo Swansea, Rangers nel caos e ancora senza guida tecnica dopo le dimissioni del manager Redknapp: invece, al minuto 93, ci pensa il senegalese Mané, al ritorno da titolare dopo la Coppa d’Africa, a regalare 3 importantissimi punti alla truppa di Koeman, che supera momentaneamente il Manchester United al terzo posto e si mantiene a distanza di sicurezza dal Tottenham, vincente oggi nel derby con l’Arsenal. I “Guardiani del parco della Regina” subiscono invece la quinta sconfitta consecutiva e restano pesantemente imbrigliati al penultimo posto a -1 da Hull e Burnley, in quella che sarà fino all’ultimo una lotta salvezza senza esclusioni di colpi.
SWANSEA – SUNDERLAND 1-1 (42’Defoe – 61′ Ki)
Si spartiscono la posta in gioco Sunderland e Swansea, con un gol per tempo. Dopo un primo tempo dominato dagli uomini di Garry Mok, aprono sorprendentemente le marcature gli ospiti grazie al secondo centro di Defoe dal suo ritorno dall’MLS, per i gallesi risponde il coreano Ki, anche lui al rientro ma dalla Coppa d’Asia,con il più classico dei gol dell’ex. Gli Swans rimangono in acque più che mai tranquille, strizzano l’occhio ad un’Europa che resta un obiettivo lungimirante ma non del tutto impossibile. Punto prezioso per i Black Cats, che salgono a quota 24, a quattro lunghezze dal terzultimo posto ma che continuano a non guarire dalla pareggite: 12esima x in 24 gare, se non è un record per la Premier League, poco ci manca.
fontefoto: the independent
About Andrea Gatti 567 Articoli
24 anni, appassionato di sport a tutto tondo (football americano, basket, golf e ovviamente calcio), letteratura, film e auto. Dopo aver conseguito la maturità linguistica, lavoro attualmente per una multinazionale metalmeccanica, mi occupo di calcio estero per passione ed amore per il rettangolo verde.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.