Coppa d’Asia, atto finale: la Corea del Sud infrangerà il sogno dell’Australia?

Coppa d'Asia Australia

Mancano poche ore alla finalissima di Sydney, dove l’Australia padrona di casa cercherà di conquistare per la prima volta la Coppa d’Asia contro la Corea del Sud. A dirigere la gara sarà l’iraniano Alireza Faghani (era tra gli arbitri di Brasile 2014), assistito dai suoi connazionali Reza Sokhandan e Mohammad Reza Abolfazli.

Le due finaliste si affronteranno nuovamente a distanza di due settimane esatte: il 17 gennaio scorso i Socceroos venivano sconfitti davanti al pubblico di casa dai sudcoreani (1-0 firmato Lee Jung-Hyup), che così conquistavano il primo posto del Gruppo A, lasciandosi alle spalle proprio gli australiani.

L’ultima volta delle Tigri Asiatiche in finale è stata nel 1988, quando perse 4-3 ai rigori contro la sorpresa Arabia Saudita; questa volta cercheranno di riportare a Seoul una Coppa d’Asia che manca dal 1960. I ragazzi del ct Stielike non hanno subìto nemmeno un goal finora, e possono contare su un Son Heung-min davvero in forma: l’attaccante del Bayer Leverkusen ha permesso di superare l’ostico Uzbekistan nei quarti di finale con una doppietta nei supplementari.

“Sarà una grande partita, un grande giorno” così il ct australiano Postecoglou, che sa di poter scrivere la storia della propria nazionale: “Ho una grande fiducia in questo gruppo di giocatori nel portare a termine il proprio compito”. In dubbio le condizioni del difensore Ivan Franjic, dolorante negli ultimi dieci minuti della semifinale contro gli Emirati Arabi Uniti.

La finale di Coppa d’Asia inizierà alle ore 20.00 locali (ore 10.00 italiane) allo Stadium Australia, conosciuto anche come ANZ Stadium, dove si giocano pure gare di rugby e cricket.

About Saman Javadi 95 Articoli
Saman Javadi was born in Italy. He always loved Iran and Italy, from history to cuisine, and speaks both languages.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.