Ligue 1, pioggia di gol nel sabato sera; volano Saint-Etienne e Bordeaux

ligue 1 saint etienne bastia

Oltre al Psg, che nel pomeriggio ha battuto 2-1 il Nantes scavalcando momentaneamente il Marsiglia in vetta alla classifica, si sono disputate in serata altre quattro partite di Ligue 1. Vediamo com’è andata.

Brusco ritorno coi piedi per terra per il Rennes: imbattuti dall’ottava giornata, gli uomini di Montanier sono stati travolti a domicilio (0-4) dal Montpellier. Era dalle due sconfitte di fila contro Marsiglia e Tolosa (entrambe per 3-0) alla sesta e alla settima che i bretoni non mostravano tali segni di debolezza in difesa. Migliore in campo, Lucas Barrios: l’attaccante ex Dortmund ha finalmente lasciato traccia della sua enorme classe anche in Ligue 1, suggerendo l’assist a Martin per lo 0-1 e siglando all’ora di gioco lo 0-3 che ha un po’ chiuso i giochi. Cinque minuti prima, Sanson – lanciato da Mounier – aveva siglato il raddoppio. Lo stesso Mounier, in pieno recupero, ha sigillato il poker. Il Montpellier sale così all’ottavo posto di Ligue 1, il Rennes resta sesto, quattro punti più avanti.

Chi invece conferma il momento positivo è il Saint-Etienne che sì soffre per regolare 1-0 il Bastia, ultimo in classifica, ma conquista la terza vittoria di fila e sale momentaneamente al terzo posto in Ligue 1 (il Lione, a -2, deve recuperare una partita col Reims). Van Wolfswinkel gran protagonista della vittoria: l’olandese ha prima colpito il palo al 45′, poi ha battuto Areola al 58′ con uno splendido pallonetto, su assist vincente di Lemoine. Il Bastia incassa così la terza sconfitta di fila e rimugina per le occasioni mancate:un salvataggio sulla linea di Tabanou su Kamano e i due legni colpiti da Boudebouz e ancora Kamano gridano vendetta.

Pioggia di gol nelle altre due partite in programma nella serata di Ligue 1. Il Bordeaux si è trovato due volte sotto contro il Lorient ma è riuscito a rimontare e portare a casa i tre punti grazie soprattutto a Diabaté: il centravanti maliano è entrato al 60′ al posto di Rolan e cinque minuti dopo, tra il 64′ e il 66′, ha siglato la doppietta che ha capovolto le sorti dell’incontro. Gli uomini di Sagnol salgono così al quarto posto, a -1 dalla Champions League. Stessa dinamica in Caen-Nizza, derby della Costa Azzurra: padroni di casa due volte in vantaggio, Bautheac, con un rigore alla “Panenka” (in Italia amiamo definirlo cucchiaio) pareggia al 63′, poi Plea approfitta ad un quarto d’ora dalla fine del pasticcio della difesa del Caen e regala ai suoi tre punti d’oro. Nizza undicesimo, il Caen resta penultimo e in grave crisi di risultati.

About Alfonso Alfano 1753 Articoli
Sono Alfonso Alfano, 32 anni, della provincia di Salerno ma da anni vivo in Spagna, a Madrid. Appassionato di sport (calcio, tennis, basket e motori in particolare), di tecnologia, divoratore di libri, adoro scrivere e cimentarmi in nuove avventure. Conto su svariate e importanti esperienze sul Web.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.