Fair play finanziario: occhi puntati su Wolfsburg, Lione e Hull

fair play finanziario

FAIR PLAY FINANZIARIO – Proseguono gli accertamenti dell’UEFA sul Fair play finanziario. Dopo aver messo sotto la lente d’ingrandimento Inter, Roma, Monaco, Besiktas e Sporting Lisbona, stavolta è il turno di altre cinque squadre: Wolfsburg (Bundesliga), Lione (Ligue 1), Hull (Premier League), Panathinaikos (Super League,Grecia) e Ruch Chorzow (Ekstraklasa, Polonia). La Federazione europea, come avvenuto lo scorso settembre, ha chiesto ai club coinvolti di presentare i rispettivi bilanci per certificare il pieno rispetto del fair play finanziario, che, a tendere, obbligherà le squadre ad avere un rapporto perlomeno pari fra entrate e uscite. In terra tedesca, il Wolfsburg, società di proprietà del colosso Volkswagen, si è dichiarato assolutamente tranquillo ed ha affermato che fornirà alla UEFA la massima collaborazione. Dichiarazioni simili da parte anche degli altri club coinvolti, che non temono alcuna sanzione. Chi non rispetta le direttive imposte dal fair play finanziario, rischia di non prendere parte alle coppe europee.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.