Sporting Lisbona – Maribor 3-1: I Leoes proseguono la loro caccia agli ottavi

Serata di Champions da dentro o fuori a Lisbona dove lo Sporting ospita il Maribor in una gara dove i padroni di casa sono costretti a vincere e sperare che il Chelsea batta lo Schalke per poi andare a Londra a giocarsela da secondi in classifica. Il destino degli sloveni è simile dato il fatto che nel caso riescano ad uscire illesi dall’Estadio Josè Alvalade avrebbero in casa la possibilità di giocarsi la qualificazione contro lo Schalke 04. I primi 45′ sono di marca bianco-verde. Al 10′ una discesa sulla fascia di Jefferson manda in tilt l’intero settore di destra sloveno che lascia troppo spazio al brasiliano che mette dentro un bellissimo cross teso in area sul quale arriva rapace Carlos Manè che batte Handanovic e porta in vantaggio i suoi. Passano pochi minuti e lo Sporting si fa di nuovo pericoloso. Nani scappa via sulla fascia e mette in mezzo per l’accorrente Cedric che però disturbato da un difensore avversario non riesce a concludere in rete. Cinque minuti più tardi è ancora il terzino portoghese ad andare vicino al raddoppio. Dal limite dell’area il giocatore dello Sporting fa partire un bel tiro che costringe Handanovic a distendersi e mandare in angolo la sfera. Il Maribor non riesce a uscire dalla sua metà campo e cerca di impensierire la retroguardia dei Leoes con lanci lunghi che sono spesso preda degli alti centrocampisti della squadra di Marco Silva. Fatto sta che al 35′ Nani sigla il gol del raddoppio che appare come una sentenza. L’ex Manchester United ubriaca tutta la difesa avversaria e, dopo una prima conclusione ribattuta, mette alle spalle di Handanovic. Al 42′ però alla prima azione seria, gli ospiti trovano il gol che riapre la gara. Discesa di Mejac e cross in mezzo che trova la deviazione sfortunata di Jefferson che involontariamente mette alle spalle di Rui Patricio.

Nella ripresa le squadre trovano una sgradita sorpresa. L’impianto dello stadio Josè Alvalade subisce un guasto e il terreno di gioco resta al buio. A lungo i delegati UEFA si consultano sulla decisione di sospendere sino a quando poi il guasto non viene riparato e le squadre vengono ricondotte sul terreno di gioco. Il secondo tempo riparte proprio nel mentre le altre gare di Champions stanno terminando. Ante Simundza inserisce Ibraimi, inizialmente in panchina, per ricercare il gol del pari. Al 65′ però un cross dalla fascia di mario trova la testa di Nani che di sponda serve Slimani che in girata sigla il 3a1. L’algerino ha la palla per firmare la doppietta personale ma sul suo stacco di testa trova la pronta risposta di Handanovic, quest’oggi apparso in grande serata. Il portiere sloveno è protagonista anche al 79′ quando riesce a respingere da pochi passi la conclusione di Carrillo. Nani in azione personale all’82’ fa partire una conclusione pericolosa che si spegne sul fondo. Nei minuti finali Fredy Montero sbaglia da pochi passi il gol del 4a1. Lo Sporting guadagna tre punti importantissimi nella corsa agli ottavi. Il Maribor esce dalla Champions League disputando la più brutta gara di questo cammino europeo. Gli sloveni infatti si erano dimostrati sino ad oggi una squadra molto ostica da affrontare.

About Nicola Chessa 433 Articoli
Nato a Siniscola, in provincia di Nuoro, in una notte d'ottobre del 1993, sin da quando è un bambino si appassiona al calcio. Raggiunta la maturità in terra sarda, decide di spostarsi a Milano per star vicino al suo grande amore, l'Inter.
Contact: Twitter

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.