Svizzera, un mese di Super League: a Basilea “esplode” Embolo, lo Zurigo tiene

Si sgrana la classifica della Super League elvetica. Alla quindicesima giornata continua l’inseguimento dello Zurigo al Basilea che precede i bianco-blu di due lunghezze; al terzo posto il San Gallo poi le altre compagini a perdere terreno. Frattura in classifica esattamente a metà tra la quinta e la sesta ci sono infatti cinque punti: sogni di gloria per le prime cinque, primo obiettivo salvezza per la seconda cinquina.

CLASSIFICA 32 punti Basilea; 30 Zurigo; 25 San Gallo; 23 Thun; 21 Young Boys; 16 Aarau; 15 Grasshoppers; 14 Vaduz, Sion; 10 Lucerna

Il Basilea pur senza un cammino impeccabile (tre vittorie, un pari e un ko, a San Gallo) continua a restare in vetta, lo Zurigo insegue con lo stesso identico score (qui l’unico ko arriva in casa col fanalino di coda Lucerna). La squadra di Paulo Sousa, comprensibilmente distratta dall’impegnativo di Champions League (rossoblù in piena corsa per il secondo posto e quindi la qualificazione) dopo la caduta di San Gallo ha però ripreso la marcia da capolista con otto gol fatti e uno solo subito; la pesante assenza del bomber e capitano Streller (stiramento alla coscia per il 33enne, fuori tutto il mese) è stata rimpiazzata dall’esplosione del 17enne di origini camerunensi Breel Embolo autore del suo primo gol in Champions League (nel 4-0 al Ludogorets) e di una doppietta in campionato (anche qui una prima volta, e anche qui in un 4-0, al Vaduz) attirando le attenzioni di mezza Europa anche se pare vicino il suo trasferimento al Wolfsburg. Lo Zurigo, impegnato in una difficile qualificazione agli ottavi di Europa League, è l’unica squadra a tenere il ritmo del Basilea in campionato: il 3-5-2 di Urs Meier sta esaltando i migliori elementi biancoblu come l’esterno mancino Schonbachler (prima convocazione in nazionale), il capitano e leader Chikhaoui (due gol e due assist negli ultimi cinque turni) e la punta Etoundi (due gol e tre assist per lui, altro camerunense “on fire”).

www.twitter.com/fc_zuerich
www.twitter.com/fc_zuerich

Seguono tre squadre in zona “Europa”: il San Gallo in crescita (anche qui dieci punti negli ultimi cinque turni prestigiosa vittoria sul Basilea ma nell’ultimo match pesante sconfitta 0-3 dal Grasshoppers; in luce il francoalgerino Tafer e Roberto Rodriguez, fratello maggiore di Ricardo terzino della nazionale appetito da mezza Europa), il Thun (una sola vittoria nell’ultimo mese e il bomber Sadik, e con lui tutto l’attacco, a secco da ben quattro turni) e lo Young Boys (la vittoria pure difficoltosa sul Sion ha posto fine all’emorragia di tre sconfitte consecutive in campionato, rosa non all’altezza per gestire anche l’impegno in Europa League), entrambi in chiaro calo di prestazioni.

Nella seconda parte della classifica si cerca di pervenire al più presto alla salvezza, primo e non sicuro obiettivo stagionale: l’Aarau (viaggia alla media di un punto a partita ma non vince da quattro giornate), il Grasshoppers (la vittoria nell’ultimo turno sul San Gallo, con gol del reintegrato capitano Salatic che era stato messo fuori rosa ad inizio stagione dopo alcune sue dichiarazioni contro mister Skibbe, regala alle “Cavellette”  ancora un po’ di speranza nel recuperare una stagione fin qui da incubo), un Sion in ripresa (esonerato Chassot da cinque turni in panchina c’è il “secondo” Dries che sta facendo meglio del predecessore con sei punti negli ultimi cinque turni tra cui il prestigioso pareggio a Basilea), il generoso Vaduz (cinque punti negli ultimi cinque turni anche se dopo la sorprendente vittoria a Berna è arrivato il poker a domicilio da parte del Basilea) e il Lucerna (la gestione Babbel finora funziona, ottima vittoria a Zurigo e pareggio col Thun per il tecnico tedesco).

TOP 11 (3-4-2-1) Vaclik (Basilea); Suchy (Basilea), Schar (Basilea) Jagne (Sion); R.Rodriguez (San Gallo), Zuffi (Basilea), Tafer (San Gallo), Schonbachler (Zurigo); Gashi (Basilea), Chikhaoui (Zurigo); Embolo (Basilea)

IL GOL DEL MESE – Stupenda per coordinazione e precisione la mezza rovesciata volante con cui Renato Steffen, 23enne ala destra dello Young Boys, segna (su assist del ghanese Afum) il provvisorio 2-1 dei gialloneri sul campo dell’Aarau (partita finita con la vittoria dei padroni di casa 3-2).

[foto Embolo tratta da www.twitter.com/FC_Basel]

About Edoardo Buganza 337 Articoli
(Ar)redattore per Tce dal marzo 2014, seguo in particolare i campionati dell'Est europeo come Polonia, Turchia e Grecia. Genovese, esterofilo, aspirante osservatore, sospirante milanista.
Contact: Google+

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.