Kazakistan – Repubblica Ceca 2-4: Cechi a punteggio pieno. I kazaki si svegliano tardi

Ostacolo meno tosto ma assolutamente da non sottovalutare per la Repubblica Ceca. Dopo le vittorie in casa contro l’Olanda e in trasferta contro la Turchia, la squadra di Vrba si presenta in Kazakistan con l’unico obbiettivo di vincere e rimanere in testa a punteggio pieno. I cechi si schierano in campo con Lafata punta e con alle sue spalle Darida, Kolar, Dockal e Krejci pronti a servirlo. I kazaki del russo Krasnhozan scendono in campo con davanti Khizhnichenko e Nuserbajev. Il pubblico di casa risponde bene all’avvenimento e riempie quasi tutta l’Astana Arena. Al 13′ la Repubblica Ceca passa in vantaggio grazie a una fucilata dalla distanza di Dockal che non lascia scampo a Sidelnikov. Nella prima frazione di gioco i padroni di casa sono troppo timidi e lasciano il controllo della gara agli ospiti. La prima azione degna di nota capita sui piedi di Khizhnichenko che da dentro l’area fallisce incredibilmente il gol del pari. Al 44′ la Repubblica Ceca trova il raddoppio con Lafata che servito da Kaderabek ha solo il compito di poggiare in maniera semplice in rete.

Nella ripresa il Kazakistan inizia un’altra partita. Al 56′ Logvinenko viene imbeccato in area di rigore ma la sua conclusione centra il palo alla sinistra di Cech. L’azione dopo gli ospiti mettono a segno il terzo gol. Dockal trova, con un’apertura fantastica, Krejci in area che di piatto da pochi passi non sbaglia. Il Kazakistan cerca di reagire ma oramai i buoi sono scappati. Khizhnichenko di testa spreca incredibilmente a pochi passi da Cech un’altra occasione. Al 76′ Nuserbajev da dentro l’area non riesce a imprimere la forza giusta per far male ai cechi e manda il pallone a lato. Al 78′ Tagybergen va vicinissimo al gol con una volèe di destro. Il gol è nell’area e all’84’ Logvinenko è bravo a battere Cech sugli sviluppi di un corner, approfittando di un pallone vagante in area. La reazione ceca si fa subito sentire. Limberskij mette in mezzo per Necid, che da poco ha sostituito Lafata, che si gira in area e batte per la quarta volta Sidelnikov. Al 90′ Logvinenko si toglie lo sfizio di segnare una doppietta a Petr Cech che sempre da calcio d’angolo si fa notare per un’uscita imbarazzante che permette al centrale difensivo kazako di mettere a segno di testa. Punteggio pieno per i cechi che ora attenderanno gli sviluppi del match tra Islanda e Olanda. Per il Kazakistan un’altra dimostrazione del fatto che l’eccesso di timidezza iniziale porta a non vincere queste gare.

About Nicola Chessa 433 Articoli
Nato a Siniscola, in provincia di Nuoro, in una notte d'ottobre del 1993, sin da quando è un bambino si appassiona al calcio. Raggiunta la maturità in terra sarda, decide di spostarsi a Milano per star vicino al suo grande amore, l'Inter.
Contact: Twitter

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.