Atletico Madrid-Sevilla 4-0: i Colchoneros tornano a ruggire

Al Vicente Calderon va in scena una delle più belle partite della sesta giornata di Liga BBVA, Atletico Madrid vs Sevilla. I Colchoneros sono costretti a rispondere alle vittorie di Barcellona (6-0 al Camp Nou contro il Granada) e Real Madrid (2-0 a Vila-Real) per restare nelle zone alte della classifica ed impedire ai catalani di scappare in vetta. Il Sevilla dal canto suo ha iniziato divinamente la stagione con 4 vittorie ed 1 pareggio, i biancorossi attualmente occupano il secondo posto in compagnia del Valencia, impegnato domani ad un difficile scontro contro la Real Sociedad. Ritorna Simeone sulla panchina dell’Atletico dopo la squalifica rimediata in supercoppa, c’è una sorpresa nell’11 iniziale dei padroni di casa non c’è Griezmann al suo posto Arda Turan ad affiancare Mario Mandzukic, che indossa una maschera protettiva a causa del colpo subito in Champions League contro l’Olympiakos, Cerci lasciato a casa dal Cholo.

Il match inizia sotto la spinta dei tifosi dei Colchoneros le squadre si equivalgono ed è l’Atletico ad essere più propositivo, proprio da un’azione offensiva arriva il goal dei padroni di casa, Koke dal limite dell’area calcia, deviazione decisiva di Nico Pareja e palla che scavalca Beto, 1-0. E’ dominio di Mandzukic e compagni che dopo l’1-0 stanno assediando la difesa del Sevilla al 26′ ci prova Gabi di testa, un minuto dopo Ansaldi lascia partire un tiro a mezz’aria che esce di poco, la squadra vincitrice della passata edizione di Europa League è totalmente in bambola; los Sevillistas riescono ad uscire dopo la mezz’ora ma è una reazione piuttosto timida. Nel miglior momento del Sevilla arriva il raddoppio dei Colchoneros, punizione di Gabi che finisce su Arda Turan che fa da sponda per Miranda, il centrale brasiliano la mette in mezzo ed il canterano Niguez la schiaccia dentro, 2-0 per i padroni di casa a 3 minuti dal termine della prima frazione. Si chiude così il primo tempo, Atletico 2-0 Sevilla.

Inizia la ripresa sulla falsa riga del primo tempo, l’Atletico non concede nulla e attacca quando possibile, il Sevilla si adatta alla velocità del giro palla dei Colchoneros i quali hanno tutto l’interesse ad abbassare il ritmo. Al 58′ pericoloso Koke ma il pallone termina ben largo alla sinistra della porta. Dopo 20 minuti nella ripresa finisce la partita di Niguez al suo posto il tanto atteso Griezmann, dopo 3′ il francese ha l’occasione per triplicare i conti e chiudere il match ma sciupa un buon cross effettuato da Raul Garcia (subentrato a Gabi). Al 74′ fuori Mandzukic, applauditissimo, dentro Raul Jimenez criticato nell’ultimo match contro il Celta Vigo. A chiudere la partita ci pensa Raul Garcia dagli 11 metri, lo spagnolo si presenta dal dischetto, calcia e spiazza Beto, 3-0 meritatissimo, l’Atletico sembra essere tornato a ruggire e non si vuole fermare, al 90′ i Colchoneros calano il poker, Raul Jimenez la mette dentro di testa grazie ad un “cabezado” in tuffo su una punizione calciata da Koke.  Finisce qui è festa grande al Vicente Calderon, l’Atletico sembra tornato il club della passata stagione, decisiva, probabilmente, la presenza in panchina del Cholo. Battuta d’arresto per gli ospiti, 4-0 senza diritto di replica e fallito l’aggancio al Barcellona capolista.

About Gianmarco Galli Angeli 210 Articoli
Classe 96. Aspirante giornalista e telecronista, coltiva la sua passione scrivendo per tuttocalcioestero.it. E' un amante sfrenato degli intrecci specie quando a fondersi sono calcio e storia, lato poetico in una vita fatta di prosa.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.