Championship: crollo delle grandi, vincono solo gli Wolves, mentre Wednesday e Boro entrano nella top six

Rieccoci tornati con il nostro appuntamento settimanale sulla Championship, dopo l’infrasettimanale si torna in campo di nuovo per un’ottava giornata caratterizzata dalla frenata di tutto il gruppo di testa, a eccezione del Wolverhampton che aggancia il Norwich in seconda posizione.

Gli Wolves superano non senza problemi il Bolton grazie all’incornata del solito Nouha Dicko sul cross di Matt Doherty. Un successo che mancava da quel 2-1 del 5 dicembre 2009 sotto la guida dell’attuale manager dell’Ipswich Mick McCarthy, e che è comunque il secondo trionfo negli ultimi quattordici scontri diretti. I Trotters prima di arrendersi hanno anche fallito un calcio di rigore dai piedi di Owen Garvan che prima si fa respingere il tiro da Carl Ikeme e poi sulla respinta gli spara addosso. Alla fine arriva l’ennesima sconfitta in trasferta per gli uomini di Dougie Freedman, rimanendo così in bilico sulla linea di demarcazione, mentre il Wolverhampton continua a sognare la doppia promozione dopo l’annata dei record della passata stagione.

La capolista Nottingham Forest rimane inchiodata su un pareggio a reti vergini al The Den contro un Millwall che si aggiudica l’incontro ai punti. La squadra di Stuart Pierce è meno ispirata del solito e dopo un primo tempo controllato è costretta a lasciare l’iniziativa al Millwall, che nella seconda frazione va più volte vicino al gol senza mai riuscire a superare un Darlow attentissimo. Per il Forest si tratta della prima gara stagionale senza reti, ma prosegue la striscia di risultati utili consecutivi, che ora tocca quota dieci incontri in tutte le competizioni, mentre i Lions raccolgono il primo punto in campionato nel mese di settembre. Non è da meno il Norwich che si complica la vita in un agevole match contro il Birmingham ritrovandosi all’intervallo sotto di due reti, a causa dei sigilli di Reilly – chiara la responsabilità di John Ruddy che non blocca un tiro lasciandolo rotolare oltre la linea di porta – e Gray. Nella ripresa ci pensa Cameron Jerome, in un periodo di forma straordinario, che in tre minuti realizza una doppietta da capogiro rilanciando i suoi. Ma nell’ultima mezz’ora i Canaries non trovano la maniera di scardinare la difesa ospite, rischiando anche qualcosa di troppo.

Non riesce a vincere nemmeno il Watford che rischia il tracollo a Vicarage Road contro un Bournemouth in palla, anche a causa dell’assenza del tecnico Oscar García, ancora ricoverato in ospedale e sostituito da Ruben Martínez. Le Cherries hanno vinto solo ad Huddersfield alla prima giornata considerando tutte le trasferte da aprile a oggi, eppure disputano un incontro di grande personalità. Callum Wilson prima si procura un rigore, calciato a lato dal 37enne ex-Leeds Ian Harte, poi sfiora il vantaggio con un’incornata deviata in corner da un gran salvataggio di Gomes, infine si vede annullare una rete per chiaro fuorigioco. Alla fine è un missile terra-aria di Harry Arter a trasformare le buone intenzioni degli ospiti in un meritato vantaggio, ma non basta, perché appena vanno sotto gli Hornets rialzano la testa e partono alla carica. Confermano il trend dei secondi tempi, in cui hanno segnato ben dieci dei quattordici gol realizzati in Championship, trovando il pari con Cathcart e sfiorando a più riprese la rete che avrebbe garantito loro la quarta vittoria consecutiva nel proprio fortino. Alla fine termina uno a uno, come spesso accade al Bournemouth.

Sfruttando il pareggio del Charlton al New York Stadium di Rotherham, entrano in zona play-off sia lo Sheffield Wednesday – che centra la prima vittoria casalinga stagionale contro il Reading grazie alla rete di May nei minuti finali – che un devastante Middlesbrough. Il Boro surclassa il Brentford con un ridondante 4-0 in cui mette in mostra tutto il proprio repertorio: Leadbitter triangola e sprigiona un destro potente dalla lunga distanza, Adomah finalizza una ripartenza veloce guidata da Nsue, Bamford triplica su gioco aereo e, nonostante l’inferiorità numerica per l’espulsione di Whitehead, arriva il poker di García Martinez con un favoloso pallonetto a scavalcare il portiere. Dopo due successi in trasferta la squadra di Aitor Karanka dà continuità ai propri risultati facendo bottino pieno anche a Riverside, e ora che i suoi meccanismi sembrano esser stati assorbiti dai giocatori il match di settimana prossima al The Valley contro un Charlton ancora imbattutto in Championship sarà il banco di prova per le ambizioni di quest’anno.

Chi invece sale a ridosso della zona calda è l’Ipswich che espugna Wigan e aggancia il Charlton. I Tractor Boys dominano per tre quarti di gara, andando in vantaggio prima con Hyam che corregge in porta l’assist di Mings e chiudendo il match nella ripresa con la rete dell’ex Conor Sammon, ricordato dai Latics per aver segnato una sola rete in 34 presenze. Il Wigan si sveglia nell’ultimo quarto d’ora accorciando le distanze con Waghorn e colpendo il legno con Oriol Riera. Avendo raccolto un solo punto nelle ultime tre gare,ora si ritrovano a sole tre lunghezze dalla zona retrocessione e -7 da quella play-off. Le ambizioni di inizio stagione si sono già ridimensionate a pure velleità.

Tra le altre partite di giornate segnaliamo il divertente pareggio tra Derby County e Cardiff, che si sblocca nel secondo tempo con il doppio vantaggio dei gallesi e la rimonta dei Rams completata da Bryson a sei minuti dal termine; l’ennesima sconfitta del Fulham, guidato cal caretaker Kit Symons, che cade al Craven Cottage per mano di Jordan Rhodes rintuzzando le speranze del Blackburn distante soli due punti dalla top six; e la frizzante vittoria del Leeds, che sotto l’ala di Neil Redfearn gioca un bel calcio e regola l’Huddersfield con un secco tre a zero cui figura anche la rete dell’italiano Antenucci.

Football League Championship, ottavo turno.

sabato 20 settembre 2014:
Watford-Bournemouth 1-1
Brighton-Blackpool 0-0
Derby-Cardiff 2-2
Fulham-Blackburn 0-1
Leeds-Huddersfield 3-0
Middlesbrough-Brentford 4-0
Millwall-Forest 0-0
Norwich-Birmingham 2-2
Rotherham-Charlton 1-1
Sheff Wednesday-Reading 1-0
Wolves-Bolton 1-0

lunedì 21 settembre 2014:

Wigan-Ipswich 1-2

Classifica: Nottingham Forest 18, Norwich, Wolves 17, Watford 16, Middlesbrough, Wednesday 15, Charlton, Ipswich 14, Derby, Blackburn, reading, Leeds 13, Millwall, Brentford 11, Bournemouth, Cardiff 9, Brighton, Rotherham, Wigan 8, Birmingham 7, Bolton, Huddersfield 5, Blackpool 2, Fulham 1.

About Mihai Vidroiu 589 Articoli
Mi chiamo Mihai Vidroiu, ma per tutti sono semplicemente Michele, sono cresciuto a Roma, sponda giallorossa. Ho inoltre una passione smodata per il Villarreal, di cui credo di poter definirmi il maggior esperto in Italia, e più in generale per il calcio, oltre ad altri mille interessi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.