Marsiglia-Rennes 3-0, super-Gignac e l’OM vola in testa alla Ligue 1

Quattro vittorie consecutive, primato provvisorio in campionato assieme al Bordeaux (in attesa del Lille che domani pomeriggio ospiterà il Montpellier), e miglior attacco della Ligue 1: l’Olympique Marsiglia di Bielsa è finalmente decollato. L’OM, grazie ad uno splendido secondo tempo, ha travolto oggi il Rennes con un secco 3-0: vittoria da non sottovalutare considerato il buon inizio di stagione degli uomini di Montanier (che la scorsa stagione avevano espugnato il Velodrome), il pareggio raccolto dai bretoni la settimana scorsa contro il Psg e il buon primo tempo disputato oggi, chiuso dal gol annullato a Toivonen.

Tante le note positive per Bielsa: dal ritrovato Mandanda, autore di due interventi decisivi (uno in apertura) su Ntep e Doucouré, alla buona intesa tra Nkoulou e Morel al centro della difesa, dalla fisicità di Romao e Imbula al centro del campo a tratti devastante, alla vena realizzativa di André-Pierre Gignac, che firma il miglior inizio di stagione della sua carriera. L’ex centravanti di Lorient e Tolosa con la doppietta di oggi sale a quota sei reti in sei partite (capocannoniere della Ligue1), bottino impreziosito dalla partita a tutto campo disputata oggi. Gli stati di forma approssimativi e le polemiche sono definitivamente alle spalle, Gignac oggi è un punto fermo dell’undici di Bielsa: tante le conclusioni del nazionale francese, capace anche di sventare sulla linea – col punteggio sul 2-0, un gol praticamente fatto di Toivonen.

Bella la rete dell’1-0 di Gignac: cross di un ispirato Thauvin dalla destra, colpo di testa di Dja Djedje e respinta di pugno di Costil. Sul pallone vagante si avventa il centravanti che insacca in mezza rovesciata. E’ il 50′, dopo nemmeno un quarto d’ora arriva il raddoppio: stavolta Gignac raccoglie il rinvio di Armand (ancora cross di Thauvin) dal limite e fa secco Costil con un preciso e potente destro che si insacca a fil di palo. Rennes tramortito, capace di creare poco dalle parti di Mandanda oltre all’occasione già citata di Toivonen. In pieno recupero, così, arriva il 3-0 di Alessandrini, autore di una splendida punizione a giro che lascia immobile il portiere avversario. L’OM c’è, la palla passa a Lille e Psg.

About Alfonso Alfano 1749 Articoli
Sono Alfonso Alfano, 32 anni, della provincia di Salerno ma da anni vivo in Spagna, a Madrid. Appassionato di sport (calcio, tennis, basket e motori in particolare), di tecnologia, divoratore di libri, adoro scrivere e cimentarmi in nuove avventure. Conto su svariate e importanti esperienze sul Web.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.