Bordeaux-Monaco 4-1: i girondini volano in paradiso, biancorossi evaporati

Stato psicologico agli antipodi dopo la prima gara, Sagnol e Jardim si trovano di fronte, entrambi con la voglia di vincere. Due tecnici giovani – i più giovani del campionato – alla guida di due squadre ambiziose, Bordeaux e Monaco. Male la prima per la squadra del Principato, ritrovato entusiasmo invece in casa girondina dopo la vittoria all’esordio. Il Bordeaux abbraccia il nuovo acquisto Diego Contento, panchina invece per il campione biancorosso, Radamel Falcao. Seduto al suo fianco c’è il portiere ex Roma Stekelenburg.

Parte la gara agli ordini del signor Chapron, non c’è grandissimo spettacolo ma si comportano meglio gli ospiti. Berbatov in evidenza, sempre nel vivo dell’azione il bulgaro e verrebbe voglia di vederlo finalmente in coppia con Falcao. In campo c’è Toulalan, ha fatto discutere la sua esclusione alla prima, il Bordeaux non riesce a trovare il bandolo in mezzo al campo, più pericoloso il Monaco che sul finale di primo tempo raccoglie i frutti. Germain mette in mezzo, Carrasso non fa un figurone e, indeciso se uscire o meno, resta nella terra di nessuno, Berbatov ringrazia. Giusto prima della sosta, il Monaco va al riposo avanti.

Un primo tempo non esaltante, la ripresa del Bordeaux è tutta un’altra cosa. Dopo appena tre minuti arriva un bel cross dalla destra, sponda di Contento e Rolan, ben appostato al centro, piazza nel sacco. I padroni di casa spingono, ci prova Khazri, appuntamento con il gol solo rimandato perché Sala al 61esimo realizza un penalty causato da Abdennour. Non bastano gli investimenti a fare una squadra, il Monaco nel secondo tempo non si presenta in campo, Rolan al 65′ da bue passi confezionata la sua doppietta dopo la spizzata di Sane. Tre a uno, nel frattempo Jardim ha buttato nella mischia Falcao con Berbatov che va ad allargarsi.

Il Monaco prova a far qualcosa, di pericoli però ne crea pochi, in compenso si aprono praterie per il contropiede girondino, Sala arriva stanchissimo di fronte alla porta e spara alto, ma al 72esimo Khazri si invola e Subasic lo stende. Rigore, solo giallo per il portiere. Sul dischetto si presenta il tunisino, che trasforma il rigore che si è procurato. Quattro a uno ora, debacle per i vicecampioni di Francia, dentro anche Bernardo Silva per il disperato assalto monegasco, Sagnol intanto concede la standing ovation all’ottimo Khazri.

Rolan, autore di due reti, non contento si esibisce in tunnel a ripetizione, il Bordeaux ha voglia di inferire mentre il pubblico dello Stade Chaban Delmas si diverte con gli “Olè”. Questo Monaco non è lontano parente dello Sporting Lisbona targato Jardim, certo serve tempo, ma i continui cambi di formazione sono quasi schizofrenici. Che entusiasmo a Bordeaux, due vittorie di fila e sembra di essere tornati ai tempi d’oro. Non è tempo di proclami o di porsi obiettivi, Sagnol dovrà ora essere bravo a fare da pompiere. Bordeaux in vetta a punteggio pieno, Monaco in fondo a zero.

About Paolo Bardelli 2028 Articoli
Nato ad Arezzo nei meravigliosi anni '80, si innamora prestissimo del calcio e non avendo piedi fini decide di scriverlo. Ha lavorato nella redazione del Guerin Sportivo e per tre anni cura la rubrica "Dalla A alla Z". Numerose collaborazioni nel corso degli anni con testate tra le quali tuttomercatoweb.com, ilsussidiario.net e il mensile Calcio 2000. Nel 2012 insieme ad Alfonso Alfano crea tuttocalcioestero.it. E ne è molto orgoglioso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.