Camerun-Brasile, le pagelle: scusate Leoni, il re della foresta è verdeoro

CAMERUN

Itandje – Quando ha saputo di dover scendere in campo ha pregato fosse rapido ed indolore, e così non è stato: 5

N’Koulou – Come posizionamento è sempre perfetto, ma nell’ 1 contro 1 si fa beffare quasi sempre: 5.5 Mammt

Matip – La gioia del goal dura poco quando deve ritornare nel proprio reparto e subire le incursioni di Neymar. Pistolero: 6

Nyom – Ogni volte che vede Hulk è lui quello che diventa verde, sforna l’assist per il gol e fa quello che può per limitare l’avanzata verde oro: 6.5

Bedimo – Spesso falloso ed impreciso, soffre tantissimo lo slancio dei contropiedi brasiliani: 5

Mbia, N’Guemo ed Enoh – Errore tattico di Volker Finke quello di schierare tre incontristi in mezzo al campo senza un regista o qualcuno con un minimo di qualità in più oltre la sostanza. I tre del cerchio di centrocampo spesso cercano di azzannare la stessa palla salvo perderla costantemente coi ripiegamenti di Oscar ed il lavoro sporco di Luis Gustavo. Il potere del trio coincide col mio: 4

Moukandjo – I terzini brasiliani sono quelli che più hanno faticato questa sera. Prestazione buona quella del camerunense che riesce più di una volta a trovare il guizzo giusto al momento giusto: 6

Choupo-Moting – Con un cognome del genere non puoi non fare bella figura, si libera più volte di Dani Alves ma al momento clou viene puntualmente raddoppiato: 6

Aboubakar – Partita colma di insoddisfazioni per lui ma non è che potesse fare i miracoli quest’oggi: 5

Salli – Troppo immaturo ancora per giocare un mondiale, pochi palloni toccati e falloso. Salli ha sofferto già troppo: 4

Webò – Entra ma non incide. Vabbuò: 4

Makoun – Dentro negli ultimi 10 minuti per dividere la sofferenza in campo (S.V.)

BRASILE

Julio Cesar – L’ex Inter questa sera è sceso solo per vedere le belle brasiliane nel pubblico ma riesce comunque a prendere gol: 6

Dani Alves – In fase difensiva fatica ma è stato determinante nelle azioni del 1 a 3 e dell’1 a 4: 6

Thiago Silva – Ci sono stato giornate migliori per lui ma il compito non dei più impegnativi, riesce comunque a farsi beffare da Matip insieme a David Luiz per il momentaneo pareggio: 6

David Luiz – Come il suo compagno di reparto magari pensava di essere nei Simpson nell’azione dell’1 a 1. Si riprende con qualche importante anticipo. Telespalla Bob: 5.5

Marcelo – Assist per il gol in fuorigioco di Fred e tanta sofferenza nei ripiegamenti, non al top della forma: 6

Paulinho – Spento e in affanno, la sua regia è come quelle di Night Shyamalan: 6

Luiz Gustavo – A mio modo di vedere vale 40 volte un Javi Martinez, il Bayern ha buttato via uno dei migliori mediani del mondo. Anche quest’oggi ha messo le cose in chiaro con pedalate e lavoro sporco. Batman: 6.5

Oscar – Si prodiga per il prossimo senza ricevere chissà quale gloria ma il suo contributo è stato essenziale ai fini della partita. Leonardo Di Caprio: 7

Hulk – Il giocatore dello Zenit probabilmente soffre il cambio climatico o qualcosa del genere, ma al Porto era veramente così forte? Bruce Banner: 5

Neymar – Vince da solo questa partita, decide lui dove, quando e come segnare. I fuoriclasse sono questo. Nembo Kid: 8

Fred – L’ex Lione poteva solo segnare in fuorigioco, troppo lento per sorprendere la retroguardia Camerunense, offre però l’assist per il goal di Fernandinho: 6

Fernandinho – Cambia la partita del Brasile con la sua fisicità unita ad una qualità nel fraseggio non indifferente, se gioca nel Manchester City un motivo ci sarà. O dragÃo: 7.5

Ramires e Willian – Non cambiano la partita ma fanno il loro compito in mezzo al campo, Ramires mette ordine in cabina di Regia e William si alterna bene nelle due fasi: 6

About Edoardo Del Principe 38 Articoli
Chief Editor presso YDBCN e scribacchino su TuttoCalcioEstero. Studio scienze politiche all'università di Perugia e suono in un gruppo Death Metal.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.