Russian Premier League: Tra i due litiganti… il CSKA gode

Domenica di Premier Liga incredibile. Con l’orrendo spettacolo capitato a San Pietroburgo e la sconfitta della Lokomotiv Mosca a Rostov, il CSKA passa in testa vincendo in casa contro il Tom Tomsk.

Zenit San Pietroburgo – Dinamo Mosca 2-4 ( Abbandonata)

Non è di certo un bel momento per il calcio internazionale. Dopo i disordini in Italia nella finale di coppa nazionale e i problemi in Repubblica Ceca, gli ultras colpiscono ancora. Ne sa qualcosa il centrocampista della Dinamo Mosca Granat colpito al volto da un tifoso dello Zenit che aveva invaso il campo. La partita per i padroni di casa era iniziata nel migliore dei modi con il vantaggio al 6′ di Danny. Ma poi la squadra di Villas Boas ha subito un calo e ha lasciato spazio all’iniziativa degli ospiti che prima hanno trovato il pari con Jusupov, poi nella ripresa hanno dilagato grazie alle reti di Fernandez, Noboa e Kuranyi. Inutile il gol finale di Kerzhakov com’è inutile l’invasione di campo da parte dei tifosi locali. Ora lo Zenit rischia la squalifica del campo ma tutto è da decidere.

Cska Mosca – Tom Tomsk 2-0

Ed eccola qui la sorpresa di questa settimana. Si perchè zitto zitto il Cska si è avvicinato alle due litiganti e alla fine, sfruttando ogni minimo passo falso, è riuscito a balzare in testa alla classifica. Sbloccare la gara quest’oggi è stato complicatissimo anche perchè il Tomsk si presenta a Mosca in cerca di punti salvezza. Ci vuole un autogol di Sabitov al 62′ per far passare in vantaggio il Cska. Al 90′ arriva anche il gol del raddoppio con Doumbia. Ora la vetta è raggiunta ma ci vorrà un ultimo sforzo contro la Lokomotiv Mosca, distante solo due punti, nell’ultima gara di campionato.

Fk Rostov – Lokomotiv Mosca 2-0

Dopo la vittoria della coppa di Russia il Fk Rostov non è stanco di stupire e batte in casa la Lokomotiv Mosca. Decisive le reti di Djakov nel primo tempo e di Kalachev nella ripresa. Il calo di quest’ultimo mese della Lokomotiv invece non è affatto accettabile anche se c’è da ammettere che la squadra di Kuchuk ha giocato per tutto l’anno a ritmi altissimi.

Krasnodar – Anzhi 1-0

Un gol di Granqvist al 6′ mantiene in zona Europa League il Krasnodar e regala un po’ gioia dopo la sconfitta in finale di Coppa di Russia.

 

 

 

About Nicola Chessa 433 Articoli
Nato a Siniscola, in provincia di Nuoro, in una notte d'ottobre del 1993, sin da quando è un bambino si appassiona al calcio. Raggiunta la maturità in terra sarda, decide di spostarsi a Milano per star vicino al suo grande amore, l'Inter.
Contact: Twitter

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.