Bosnia Erzegovina, gli Zmajevi di Safet Sušić

FBL-WC2014-BIH-GRE
Safet Sušić – leggenda del Paris Saint Germain – ha diramato la lista dei convocati. La Bosnia Erzegovina ha elencato ufficialmente i suoi Zmajevi (e significa “draghi”, è il soprannome dei giocatori della nazionale). Non ci sono grosse sorprese: presenti, ovviamente, i talenti più affermati come Edin Džeko (Manchester City), Miralem Pjanić (Roma), Vedad Ibišević (Stoccarda), Senad Lulić (Lazio) e il portiere Asmir Begović (Stoke City). Tornano in nazionale Senijad Ibričić (Erciyesspor) e Muhamed Bešić (Ferencvaros).

24 calciatori, Rahimić assistente – Nell’elenco dei convocati per il Brasile figurano 24 giocatori – uno in più del dovuto – a causa delle condizioni fisiche instabili del laterale destro del Friburgo Mensur Mujdža. Elvir Rahimić, storica bandiera della nazionale balcanica, farà parte della spedizione ma in veste di collaboratore dello staff tecnico. Il 39enne centrocampista, reduce da due stagioni vissute in panchina nel CSKA Mosca, non vedrà il campo ma sarà fondamentale per gestire l’atmosfera nello spogliatoio.

“Chi non gioca rimane a casa” – Era stato chiaro sin dall’inizio Sušić: chi non fa parte stabilmente dell’undici titolare della propria squadra non parteciperà al mondiale brasiliano. Alla nazionale bosniaca servono calciatori ben rodati per non sfigurare alla sua prima rassegna mondiale. Così, nonostante abbiano fatto parte del biennio di qualificazioni, sono rimasti a casa Adnan Zahirović e Miroslav Stevanović che, nel corso della stagione ancora in corso, hanno trovato poco spazio rispettivamente nel Bochum e nel Deportivo Alaves.

Preparazione – Un lungo periodo di preparazione attende gli eroi del popolo bosniaco. Per il 15 maggio è previsto il raduno a Sarajevo, dove la squadra si allenerà fino al 27 dello stesso mese. Il 22 maggio verrà disputata la prima amichevole contro la selezione under 21 bosniaca (composta da giovani che giocano nel campionato locale) a Gradačac. Il 27 maggio si parte per gli Stati Uniti dove la Bosnia Erzegovina ha in programma due incontri amichevoli: il 30 maggio contro la Costa d’Avorio a Saint Louis e il 3 giugno contro il Messico a Chicago.
Il 5 giugno, finalmente, la delegazione bosniaca atterrerà in terra brasiliana – a San Paolo precisamente – per acclimatarsi e concentrarsi sul primo match del girone in calendario il 15 giugno al Maracana di Rio de Janeiro contro l’Argentina. Prima, il 9 giugno ci sarà un ultimo test contro la selezione giovanile del Santos.

Ritardi – Lulić, probabilmente, raggiungerà i suoi compagni dopo il 18 maggio, giorno dell’ultima giornata del campionato di Serie A. Stesso discorso per Medunjanin, impegnato in Turchia nella lotta salvezza con il suo Gaziantepspor. Per il resto dei giocatori la federazione bosniaca ha gentilmente chiesto ai club di lasciarli partire in anticipo per iniziare la preparazione. Richiesta accolta senza problemi da tutte le società interessate, compresa la Roma che, immediatamente dopo la partita contro la Juventus, libererà Pjanić.

Obiettivo ottavi di finale – Il CT si è dimostrato convinto e deciso anche nel confermare qual è l’obiettivo primario della nazionale balcanica. “Nonostante siamo alla nostra prima partecipazione a un Mondiale, il nostro obiettivo è la qualificazione agli ottavi di finale. L’Argentina è l’assoluta favorita del girone ma Nigeria e Iran non sono migliori di noi. Abbiamo il potenziale per batterle e classificarci tra le 16 migliori nazionali”.

LISTA DEI CONVOCATI

Portieri
Asmir Begović (Stoke City), Jasmin Fejzić (Alemania Aachen), Asmir Avdukić (Borac Banja Luka)

Difensori
Emir Spahić (Bayer Leverkusen), Toni Šunjić (Zorya), Sead Kolašinac (Schalke 04), Ognjen Vranješ (Elazigspor), Ervin Zukanović (Gent), Ermin Bičakčić (Eintracht Braunschweig), Muhamed Bešić (Ferencvaros), Mensur Mujdža (Friburgo)

Centrocampisti
Miralem Pjanić (Roma), Izet Hajrović (Galatasaray), Haris Medunjanin (Gaziantepspor), Senad Lulić (Lazio), Anel Hadžić (Sturm Graz), Tino Sven Sušić (Hajduk Split), Sejad Salihović (Hoffenheim), Zvjezdan Misimović (Guizhou Renhe), Senijad Ibričić (Erciyesspor), Avdija Vršajević (Hajduk Split)

Attaccanti
Edin Džeko (Manchester City), Vedad Ibišević (Stoccarda), Edin Višća (Istanbul BB)

About Alex Alija Cizmic 234 Articoli
21enne perennemente indeciso sulla strada da seguire. Marchigiano di origini bosniache e innamorato del Sudamerica, amo definirmi cittadino del mondo. Da poco ho conosciuto la passione per il giornalismo calcistico che mi ha folgorato... Sudamerica es mi pasión, Argentina es mi nación!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.