Divizia Naţională moldava: Sheriff campione per la tredicesima volta

big-sherif-oformil-dosrochnoe-chempionstvoLo Sheriff Tiraspol continua a spadroneggiare nel campionato moldavo: sono due reti di Potiguar ai danni del Costuleni a suggellare matematicamente il tredicesimo scudetto della squadra transnistriana. Dal 2000/2001 ad oggi solo in un’occasione (2010/2011) lo Sheriff si è fatto sfuggire il titolo. La squadra, fondata nel 1997, ha potuto godere del sostegno economico del gruppo Sheriff, la più grande impresa della Transnistria, una regione separatista e de facto indipendente della Moldova: nella piccola lingua di terra Sheriff gestisce supermercati, pompe di benzina, concessionari di auto, una rete televisiva e molto altro. Grazie al patrocinio di Sheriff, la squadra di Tiraspol ha la possibilità di giocare in un impianto all’avanguardia e omologato per ospitare incontri internazionali. Nell’albo d’oro dietro lo Sheriff figurano lo Zimbru Chișinău (otto titoli tra il 1992 e il 2000) e i singoli titoli di due altre squadre di Chișinău, il Constructorul (1996/97) e il Dacia (2010/2011).

Con la vittoria sul Costuleni (l’ottava consecutiva in campionato, la decima contando anche la coppa) lo Sheriff si è portato a quota 80 punti, 12 in più dei rivali cittadini del FC Tiraspol, portando a casa il campionato con tre giornate di anticipo. La gara con il Costuleni, disputata a Orhei, resta in equilibrio fino al quarto d’ora finale quando il brasiliano Potiguar, entrato al 58′, segna le due reti che valgono il titolo. A timbrare il titolo non poteva che essere il ventiquattrenne carioca, arrivato a fine febbraio dai brasiliani dell’Icasa e subito capace di lasciare un segno: nell’ultimo mese Potiguar ha segnato sei gol in cinque partite di campionato e una doppietta in coppa.

E mentre lo Sheriff stacca il biglietto per il secondo turno di qualificazione di Champions League, FC Tiraspol e Veris Chișinău mettono in fresco la partecipazione al primo turno di qualificazione di Europa League. Le due squadre si sono affrontate in uno scontro diretto per il secondo posto in classifica e hanno pareggiato 3-3. Se anche il Tiraspol mantiene il proprio vantaggio di quattro punti nei confronti dell’inseguitrice, il Veris può contare su tre punti virtuali e sull’abbrivio di chi, in campionato, non perde una partita da ottobre e ha messo in fila diciassette risultati positivi. Il primo tempo si chiude sullo 0-0, ma la ripresa è al cardiopalma fin dal primo minuto di gioco, quando il Tiraspol sblocca il risultato con un colpo di testa di Novicov sugli sviluppi di un calcio di punizione. Al Veris servono cinque minuti per pareggiare con Alexeev e altri tre per portarsi in vantaggio con un colpo di testa di Cașcaval su calcio d’angolo. Alexeev raddoppia il vantaggio a sette minuti dalla fine, ma il Tiraspol riesce a imbastire una rimonta da brivido, accorciando le distanze con Zariciniuc all’87’ e segnando un rocambolesco pareggio con Petcov a recupero inoltrato.

A rincorrere la possibilità di un posto eventuale in Europa (a condizione che le due finaliste di coppa siano già qualificate alle competizioni continentali) sono le rivali cittadine Dacia Chișinău e Zimbru Chișinău: è lo Zimbru ad avere la meglio, vincendo 2-0 e portandosi a -2 dai rivali grazie a un ruolino di marcia che li ha visti vincere sei delle ultime sette partite. Lo Zimbru ha aperto le segnature nel primo tempo con il russo Sergej Cyganov, arrivato la scorsa estate dalla seconda squadra dello Zenit San Pietroburgo, per poi trovare il raddoppio grazie ai piedi di Radu Catan.

Torna alla vittoria dopo un mese il Milsami Orhei e lo fa in grande stile, sotterrando per 6-1 un Dinamo-Auto Tiraspol senza più nulla da chiedere alla propria stagione grazie alle doppiette di Gheorghe Boghiu e Constantin Iavorschi. Si complicano i giochi a fondo classifica, nonostante lo Speranța sia stato penalizzato di un punto per i debiti non saldati nei confronti dei giocatori: la squadra di Crihana Veche infatti vince a tavolino la partita contro il Rapid Ghidighici e resta a distanza di tiro sia dall’Academia Chișinău (a +3) sia dall’Olimpia Bălți (a +2), che si sono affrontate in uno scontro diretto, vinto dall’Academia grazie a una rete di Focșa in avvio di ripresa.

Risultati:
Veris Chișinău – FC Tiraspol 3-3 (51′ e 83′ Alexeev, 54′ Cașcaval – 46′ Novicov, 87′ Zariciniuc, 90’+3 Petcov)
Milsami Orhei – Dinamo-Auto Tiraspol 6-1 (22′ e 46′ Boghiu, 39′ Guilherme, 77′ Belak, 84′ e 87′ Iavorschi – 78′ Ciuico)
Speranța Crihana Veche – Rapid Ghidighici 3-0 a tavolino*
Academia Chișinău – Olimpia Bălți 1-0 (52′ Focșa)
Dacia Chișinău – Zimbru Chișinău 0-2 (20′ Cyganov, 62′ Catan)
FC Costuleni – Sheriff Tiraspol 0-2 (76′ e 80′ Potiguar)

* il Rapid Ghidighici si è ritirato

CLASSIFICA: Sheriff Tiraspol 80; FC Tiraspol 68; Veris Chișinău 64; Dacia Chișinău 57; Zimbru Chișinău 55; Milsami Orhei 47; FC Costuleni 46; Dinamo-Auto Tiraspol 25; Academia Chișinău 16; Olimpia Bălți 15; Speranța Crihana Veche 13*; Rapid Ghidighici RITIRATO.

* un punto di penalizzazione

 

 

 

(foto tratta da www.fc-sheriff.com)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.