Azerbaigian: il Karabakh inciampa ancora e riaccende le speranze dell’Inter Baku

7894585363b59644dd1Nuovo inciampo per la capolista Karabakh Aghdam, che non va oltre il pareggio con il Baku FK e perde l’occasione per chiudere definitivamente il campionato. Il Karabakh, che aveva raggiunto quota +13 sulle inseguitrici, non vince da tre partite e ha permesso a un Inter Baku in gran forma di recuperare sette punti e portarsi a -6 a tre gare dalla fine. A fermare il Karabakh sullo 0-0 è stato il Baku FK, che non vince da cinque gare e che, nonostante il punto guadagnato, è scivolato al quinto posto.

Chi non sembra volersi fermare prima di essersi giocato tutto è l’Inter Baku, che con il 2-0 contro il Sumgayit porta a casa la settima vittoria consecutiva: la squadra non perde dal 16 marzo e nel frattempo ha guadagnato 22 punti. Dopo un primo tempo a reti bianche, l’Inter sblocca il punteggio con il trentaseienne Aleksandr Iashvili, ex Karslruhe e Bochum. Dopo un palo di Daşdämirov e alcuni buoni salvataggi da parte del portiere Ağayev, l’Inter trova il raddoppio nel tempo di recupero con l’ex Karabakh Vagif Javadov, vicecapocannoniere del torneo e colonna della nazionale.

Se l’Inter continua a vincere il Neftchi Baku, l’altra squadra che attualmente accederebbe al primo turno preliminare di Europa League, crolla di nuovo, collezionando la quarta partita senza vittorie e la terza sconfitta in meno di un mese nello scontro diretto contro il Gabala, che così si porta a -1 dal Neftchi e dalla possibilità di staccare un biglietto per l’Europa. Dopo un primo tempo con un Neftchi decisamente offensivo e un Gabala insidioso sulle ripartenze, sono i petrolieri a sbloccare il risultato in avvio di ripresa, con una rete di İmamverdiyev su un calcio d’angolo. Passano poco più di dieci minuti e il Gabala trova il pareggio con un colpo di testa del brasiliano Dodo. A chiudere l’incontro in favore del Gabala è una rete al 90′ dell’olandese ed ex Ajax Ebecilio, poi espulso durante il recupero dall’arbitro dopo aver raccolto il secondo cartellino giallo.

Pareggio a reti bianche per il Simurg Zagatala contro l’AZAL Baku, mentre il Khazar Lankaran passa sopra il fanalino di coda Ravan Baku per 4-0, aprendo le segnature al 19′ con il brasiliano Elias e chiudendo l’incontro nel giro di due minuti (tra il 52′ e il 53′) con le ulteriori reti del macedone Blajevski e di Abdullayev, prima che il camerunense Etame cali il poker allo scoccare dell’ora di gioco. Sull’1-0 Blajevski si era procurato un rigore, fallendolo: il pallone, dopo aver colpito violentemente la traversa, era rimbalzato sulla linea di porta senza varcarla.

Risultati:
Baku FK – Karabakh Aghdam 0-0
Inter Baku – Sumgayit 2-0 (51′ Iashvili, 90’+2 Cavadov)
Neftchi Baku – Gabala 1-2 (50′ İmamverdiyev – 62′ Dodo, 90′ Ebecilio)
Khazar Lankaran – Ravan Baku 4-0 (19′ Elias, 52′ Blajevski, 53′ Abdullayev, 61′ Etame)
Simurg Zagatala – AZAL Baku 0-0

CLASSIFICA: Karabakh Aghdam 69; Inter Baku 63; Neftchi Baku 55; Gabala 54; Baku FK 51; Simurg Zagatala 44; Khazar Lankaran 42; AZAL Baku 30; Sumgayit 22; Ravan Baku 19.

 

 

 

 

 

(foto tratta da www.pfl.az)

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.