Ucraina: la Dnipro vince, lo Shakhtar risponde e “dimissiona” Blokhin

Si è conclusa la 24esima giornata di UPL con il consueto copione e cioè Dnipro e Shakhtar in vetta a pari punti, ma con una partita in meno per la squadra di Dnipropetrovsk. La giornata è stata aperta proprio dalla Dnipro che nell’anticipo ha battuto per 5-1 il Volyn al termine di un match a due facce. Infatti, gli ospiti hanno concluso il primo tempo in vantaggio grazie alla rete di Selin, ma nella ripresa ci ha pensato il pareggio di Selezniov a sbloccare mentalmente i ragazzi allenati da Juande Ramos, che hanno segnato altre 4 volte con il brasiliano Matheus.

La giornata è proseguita con la vittoria per 3-2 del Metalurh Donetsk  sull’Odessa Chornomorets in un match che potrebbe risultare decisivo per la qualificazione alla prossima Europa League: protagonista il brasiliano Moraes, autore di una doppietta e di una stagione sin qui splendida. All’Odessa Chornomorets comunque l’onore delle armi: in molti avrebbero sbandierato l’alibi della fuga dei 6 legionari, invece l’allenatore Grygorchuk sta provando a fare il meglio possibile con la rosa a sua disposizione. A seguire il Goverla Zakarpattia ha battuto 1-0 in trasferta il Metalurh Z, che a questo punto può solo sperare di restare davanti al Tavria per non  retrocedere.  La sfida tra Karpaty e Illichivets, un match fra 2 squadre tranquille a centro classifica, è stata poi decisa dal promettente Kulach al 35′ .

Ha chiuso la giornata il big match Dynamo-Shakhtar, una gara da cui era lecito aspettarsi molto, ma che invece è stato dominato dai “minatori” di Lucescu, grazie ad una doppietta del brasiliano Luiz Adriano. La Dynamo non è mai entrata in partita e nel dopo gara Blokhin ha rassegnato le dimissioni. Certo non tutte le colpe sono sue, ma che la Dynamo non sia mai diventata un collettivo è un dato di fatto. Il traghettatore scelto dalla società dovrebbe essere Rebrov.

La giornata si è chiusa con il derby di Crimea tra Tavria e Pfc Sebastopoli, conclusosi 0-2 per gli ospiti a conferma della pochezza del Tavria di quest’anno, e la sfida tra Metalist e Zoria, terminata sul punteggio di 1-1. La squadra di Kharkiv era passata in vantaggio al 61′ con l’ottimo brasiliano, naturalizzato ucraino, Edmar, ma è stata raggiunta al 71′ grazie alla rete dell’altro carioca Danilo. Un’occasione sprecata per avvicinarsi al terzo posto occupato dalla Dynamo; nel prossimo turno lo Shakhtar ospita il Metalurh nel derby di Donetsk, mentre la Dnipro è attesa dall’Odessa Chornomorets. Sulla carta un turno pro Shakhtar .

 

 

(foto tratta da shakhtar.com)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.