Prva HNL Croazia: la Dinamo vince ma perde il cileno Fernandes, per lui niente Mondiale. L’Hajduk cade a Zagabria

 

Il turno infrasettimanale di Prva HNL ha regalato molti gol ed emozioni agli appassionati di calcio croati. Non sono infatti mancate le sorprese, come la brutta caduta dell’Hajduk sul campo del Hrvatski Dragovovoljac, e la grande rimonta della Lokomotiva. Vincono, secondo pronostici, le prime due della classe, Dinamo e Rijeka, con i primi che hanno poco da festeggiare, visto il grave infortunio di Fernandes. A completare il quadro la sfida salvezza tra Slaven e Osijek.

Cominciamo il nostro resoconto dal Park Mladezi, dove si sono affrontati i padroni di casa dello Split e la Dinamo.Tutto facile per la formazione della capitale, trascinata dal solito Cop, che realizza una doppietta che cementifica la sua posizione in testa alla classifica cannonieri. Un gol lo realizza anche Junior Fernandes, che per un brutto intervento di Rugasevic è costretto ad abbandonare la partita dopo un’ora di gioco. Tra le note positive della sfida c’è da segnalare il debutto negli ospiti del talentuoso Ante Coric, centrocampista classe ’97 che studia per diventare il nuovo Halilovic. Fran Brodic, attaccante classe ’97 della Dinamo, giunge invece alla sua quarta presenza in prima squadra.

Se il primo posto è ormai assegnato, per il secondo bisogna invece aspettare. In questa corsa il Rijeka parte, però, favorito, difficilmente infatti l’Hajduk riuscirà a recuperare 5 punti. Dopo la pesante sconfitta subita per mano della Dinamo, i fiumani sono tornati alla vittoria in grande stile contro lo Zadar. Ad aprire le marcature al 17′ è Krstanovic su rigore, ormai vero e proprio cecchino dagli undici metri. Il raddoppio arriva pochi minuti dopo con Jugovic, rapido nel raccogliere una respinta del portiere avversario. A chiudere definitivamente i giochi al 71′ è il terzino di spinta Tomecak, da tenere in considerazione in ottica nazionale croata.

Caduta Hajduk. Oltre al brutto infortunio di Fernandes, a far rumore in questi giorni in Croazia è la sconfitta dell’Hajduk, arrivata sul campo del fanalino di coda Dragovoljac. Hajduk che come sempre prova a fare la partita ma paga le distrazioni in fase difensiva. Il turn-over attuato da Tudor non ha aiutato, molti giocatori non sembrano rendere al meglio quando si gioca ogni tre giorni. I padroni di casa con questa vittoria fanno un bel passo avanti, portandosi a solo due lunghezze dall’Osijek.

E’ l’autogol di Jonjic a regalare allo Slaven Belupo una fondamentale vittoria sui rivali dell’Osijek. In una partita ricca di tensioni, i padroni di casa sono riusciti ad imporsi anche grazie ad una buona dosa di fortuna, che è mancata molto nel corso della stagione ad una squadra che per le qualità dei singoli merita la permanenza nella massima divisione. A questo punto le due squadre si trovano entrambe a 25 punti, con lo Slaven davanti grazie alle migliore differenza reti.

Sesta sconfitta consecutiva dell’Istra 1961, che illude tutti con una partenza fulminea che le consente di portarsi avanti sul campo della Lokomotiva. Nel corso della ripresa troviamo in campo un’altra Lokomotiva, che con 3 reti si porta a casa il bottino pieno. Ottima la prova del classe ’92 Begonja, centrocampista della nazionale under 21 arrivato dallo Zadar nell’ultima sessione di mercato. Per gli ospiti c’è invece il primo gol in campionato del coreano Yoon.

Il Protagonista. Lo sfortunato protagonista di questo turno è il cileno Junior Fernandes (nella foto), autore del gol del 2-0 nella vittoria della Dinamo sullo Split e vittima di un brutto fallo che è costato al sudamericano la rottura del perone. Nella mattina di giovedì Fernandes è stato operato con successo, si parla di un recupero lungo almeno 4 mesi. Niente mondiale con la maglia del Cile (3 le presenze di Fernandes durante le qualificazioni) e niente preliminari della prossima Champions League con la maglia della Dinamo. Arrivato la scorsa estate dal Bayer Leverkusen (che lo pagò 4.7 milioni di euro all’Universad Chile) in prestito con diritto di riscatto fissato a 2.5 milioni di euro, verrà riscattato nonostante il grave infortunio, come dichiarato dall’allenatore Zoran Mamic. Attaccante dotato di un ottimo dribbling in velocità e di un buon fiuto del gol, con la maglia della Dinamo ha realizzato nel corso della stagione 18 reti (13 in Prva HNL, 4 nelle coppe europee). Il giudizio sulla sua stagione è sicuramente positivo, anche se ci si aspettava un contributo più significativo nei gironi di Europa League.

Risultati 31a giornata:
Slaven Belupo 2 – 1 Osijek (Melnjak, autogol Jonjic/ Ugarkovic)
Rijeka 3 – 0 Zadar (Krstanovic, Jugovic, Tomecak)
Hrvatski Dragovoljac 4 – 1 Hajduk Split (Mrcela, Dolezal, Tomic, Rasic/ Spehar autogol)
Lokomotiva Zagreb 3 – 2 Istra 1961 (Trebotic, 2 Begonja/ Blagojevic, Seunghyeon)
Split 0 – 3 Dinamo Zagreb (2 Cop, Fernandes)

Classifica: Dinamo 74, Rijeka 63, Hajduk 58, Split 47, Lokomotiva 46, Istra 1961 36, Zadar 32, Slaven Belupo 25, Osijek 25, Hrvatski Dragovoljac 23.

 

 

(Foto: http://sportske.jutarnji.hr)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.