Real Sociedad-Real Madrid 0-4: le merengues calano il poker

Per il Real Madrid di Ancelotti, tra le due sfide di Champions col Dortmund e l’appassionante lotta per la Liga, va ad incastonarsi la difficile e suggestiva gara di San Sebastian con  la Real Sociedad. Il tecnico emiliano concede un turno di riposo a Cristiano Ronaldo e rinforza il centrocampo con la coppia basca (ed ex Sociedad) formata da Xabi Alonso e Illaramendi. I padroni di casa – ancora in corsa per la Champions League – affidano tutte le proprie fiches offensive alla velocità di Vela e Canales e alle invenzioni di Griezmann.

I baschi partono con il piede pigiato sull’acceleratore, attaccando l’area blanca con infinite azioni alla mano di stampo rugbistico. Il primo squillo dell’incontro è un sinistro di Vela respinto involontariamente col braccio da Xabi Alonso; subito dopo Sergio Ramos salva il gol del svantaggio opponendosi ad Ellustondo. Il Madrid arranca, limitandosi a sporadiche azioni di ripartenza che alleggeriscono la pressione biancoblù. Il primo tiro dei Galacticos verso la porta di Bravo è un sinistro velleitario di Bale, facilmente bloccato dall’estremo cileno.

Gioca la Real Sociedad, ma segna il Real Madrid. Al 43′ Benzema riceve palla defilato sulla sinistra, si accentra e scaglia in porta un bolide che Bravo respinge male, consentendo a Illaramendi di ribadire in rete da due passi. Il primo tempo va in archivio sul flash madrileno.

Secondo tempo in apnea. La squadra di Arrasate, colpita nell’orgoglio e ferita, si riversa in massa in avanti, alzando il livello agonistico della contesa. Il Real lascia sfogare i padroni di casa e punge con le sue stelle attaccando gli spazi. Al 65′ Benzema sfiora il raddoppio con un sinistro dai 30 metri che va ad incocciare la traversa basca. Il legno fa da preludio al raddoppio dei blancos. Follia di Bravo che regala il pallone a Bale, sinistro chirurgico del gallese e rete del 2-0. La gara – praticamente-  termina qui.

Il Real gestisce il pallone e “addomestica” la flebile reazione de “los Txuri-urdin” . Nel finale Pepe sigilla la sua  prestazione personale con il terzo gol blanco ( e il suo primo stagionale), sfruttando al meglio una sponda del collega di reparto Sergio Ramos. Escono Benzema, Isco e il fischiatissimo ex Xabi Alonso, risparmiati in vista della trasferta tedesca. Griezmann cerca il gol della bandiera, ma trova sulla sua strada un attento Diego Lopez. Nei pressi della sirena finale, invece, Morata sigilla la partita griffando il punto del 4-0.  Il Rea Madrid cala il poker e si tiene in scia di Barcellona e Atletico Madrid. Perde e abbandona i sogni di gloria la Real Sociedad, ormai “condannata” alla qualificazione alla prossima Europa League.

REAL SOCIEDAD-REAL MADRID 0-4 (0-1)

Real Sociedad (4-4-2): Bravo, C.Martínez, Mikel (74′ Rubén Pardo) , Iñigo, J.Ángel (18′ Ansotegui); Elustondo, Bergara, Zurutuza (63′ Agirretxe); Canales, Vela, Griezmann. All.:Jagoba Arrasate

Real Madrid (4-3-3): Diego López, Carvajal, Pepe, Ramos, Nacho; X.Alonso (87′ Casemiro), Illarramendi, Modric; Isco (81′ Di Maria), Benzema (86′ Morata), Bale. All.:Carlo Ancelotti

Arbitro: Hernández Hernández

Marcatori: 45′ Illaramendi (R), 66′ Bale (R), 85′ Pepe (R), 88′ Morata (R))

Note: ammoniti: Xabi Alonso (R),Iñigo (RS), Illaramendi (RM), Mikel (RS)

 

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.